Montevarchi. Proseguono i lavori al ponte bailey e chiude il sottopasso del Pestello

La chiusura necessaria per smontare l’impalcato della struttura e della vicina passerella.

Il ponte bailey

Il ponte bailey

Arezzo, 14 dicembre 2023 – Proseguono i lavori di rifacimento del ponte Bailey di Montevarchi e per smontare l’impalcato della struttura e della vicina passerella in cemento armato chiude il sottopasso ferroviario che collega piazza Garibaldi con piazzale Europa. Lo stop alla circolazione in entrambi i sensi di marcia scatterà dalle 9 di giovedì 21 dicembre fino alle 17 del giorno successivo, unica finestra di intervento possibile per la stretta vicinanza degli impianti di Rete Ferroviaria Italiana, del notevole carico di traffico ferroviario e delle connesse stringenti disposizioni. La chiusura al transito sarà fondamentale per garantire la sicurezza e per completare gli interventi di smontaggio utilizzando una gru da 300 tonnellate per sollevamenti speciali che dovrà essere allestita nella rampa del sottopassaggio per operare nelle ore notturne autorizzate da Rfi.

La circolazione veicolare da e per “Pestello/Ginestra – Centro” dovrà seguire obbligatoriamente via della Sugherella e i pedoni dovranno utilizzare sottopassi e sovrappassi limitrofi. La struttura è alle porte del centro storico e rappresenta un'importante collegamento tra il quartiere della Ginestra e via della Sugherella, fino ad arrivare alla Chiantigiana e alla zona nord di Montevarchi. L'investimento complessivo ammonta a 790.000 euro, 440 mila dei quali finanziati con risorse del PNRR e il resto con fondi provenienti dalle casse comunali.Parliamo di un ponte militare, costruito nel 2006, che doveva essere “provvisorio”, ad oggi utilizzato solo a senso unico e vietato ai veicoli con carico superiore a 24 tonnellate.

Al suo fianco si trova una passerella pedonale che risale agli anni ’60. I lavori consentiranno di realizzare un ponte nuovo ma soprattutto sicuro e definitivo. La giunta Chiassai ha chiarito di essersi fatta carico soprattutto delle norme antisismiche e del sostegno dei carichi previsti per i ponti di prima categoria. Per questo motivo, saranno adeguate le fondazioni delle spalle e sostituito l’impalcato provvisorio con uno definitivo di 7,75 metri, realizzata una sezione stradale carrabile di 4 metri e un marciapiede, per poi effettuare interventi di rifinitura e di raccordo con la viabilità esistente. Durante le varie fasi di cantieramento e di lavorazione, saranno previste modiche al traffico che potrebbero arrecare disagi per gli utenti della strada, anche se le operazioni più complesse, come quelle di sollevamento dell’impalcato del ponte e della passerella pedonale, saranno svolte nelle ore notturne. Una volta ultimati i lavori, il nuovo ponte rappresenterà un arteria viaria stabile e sicura che unisce alcuni rioni cittadini con il centro, ma soprattutto rappresenterà un percorso più agevole che collega la parte sud con il nord della città, bypassando il traffico lungo la strada principale del fondovalle.