Carmignano (Prato), 31 gennaio 2018 - Pauroso incidente stradale per fortuna senza gravi conseguenze, per il trentunenne professionista uzbeko (ha acquisito la nazionalità russa dal 2013) Sergey Lagutin, che risiede attualmente in Toscana nella zona di Monsummano Terme. Il corridore russo, della Gazprom RusVelo Colnago, si è procurato un trauma-cranico per cui è stato trasportato all'Ospedale Santo Stefano di Prato per i necessari accertamenti. Lagutin è finito contro un’auto in circostanze ancora da chiarire, in località Santa Cristina a Mezzana (Prato), mentre sotto una pioggerella era impegnato nella discesa che dal Pinone, sulla collina del Montalbano, porta a Carmignano. Immediato è stato l'intervento dell'ambulanza della Misericordia di Poggio a Caiano allertata dal 118, che ha condotto in ospedale il ciclista assai noto e conosciuto in Toscana per i suoi trascorsi, mentre i rilievi del caso sono stati effettuati dalla polizia municipale del Comune di Carmignano. Sergey Lagutin, classe 1981, nel 2003 ottenne il titolo mondiale negli under 23 a Hamilton in Canada, e l’anno dopo passò professionista nella Landbouwkrediet-Colnago.

E’ stato più volte campione nazionale dell’Uzbekistan sia su strada che nella cronometro. In carriera ha conquistato una ventina di successi da professionista tra i quali il Tour de Korea, il Gp Sochi, una tappa al Giro di Spagna 2016 quando gareggiava per il Team Katusha. All’inizio della stagione 2017 tornò a indossare la maglia della Gazprom RusVelo Colnago, società nella quale aveva gareggiato anche nella stagione 2014.

Antonio Mannori