Pistoia, 19 marzo 2017 - È stata stravinta dai keniani, la 30° Maratonina «Città di Pistoia» Gran Premio Confartigianato, gara nazionale Uisp, organizzata dal gruppo podistico Cai di Pistoia, che ha preso il via stamani dall'area industriale di Sant'Agostino e ha attraversato tutto il centro storico per una distanza di 21,097 km.

Corsa, competizione, agonismo, ma soprattutto una grande festa di sport celebrata da oltre 2000 partecipanti. E' stata questa la Maratonina «Città di Pistoia», Gran Premio Confartigianato, giunta quest'anno alla 30esima edizione. La gara, corsa sulla distanza di 21 chilometri e 97 metri, ha preso il via dalla zona industriale di Sant'Agostino e ha attraversato tutto il centro storico di Pistoia. Il podio della classifica assoluta ha rispettato i pronostici: Andrew Mangata, 23enne del Kenya in forza all'Asd international security - Team Landucci, ha tagliato per primo il traguardo con il tempo di 1h 04' 47« 30.  Il secondo classificato è stato il connazionale Sammy Kipngetich, al traguardo in 1h 04' 47« 99. A completare il podio tutto keniota è stato Samson Kagia, terzo in 1h 04' 48« 30.

 

Il primo dei pistoiesi è stato Ascanio Andreotti, della Silvano Fedi, che si è classificato 17esimo assoluto in 1 h 20' 00. All'insegna del Kenya è stata la gara delle atlete: Ivyne Langat Jeruto, dell'Athletic Terni - Team Landucci, è giunta prima in 1h 12' 23, seguita di un solo secondo dalla rwandese Clementine Mukandanga e da un'altra keniana, Vivian Jerop, che ha tagliato il traguardo in 1h 19' 59. La prima delle pistoiesi è stata Alice Dolfi, della Silvano Fedi, che è giunta ottima sesta assoluta in 1 h 31' 39''.

 

La «Maratonina» da 30 anni riesce a racchiudere le sue due nature, agonistica e inclusiva, grazie ai suoi due percorsi non competitivi: anche quest'anno i semplici appassionati di podismo si sono dati battaglia per le strade del centro, dopo l'inno di Mameli suonato dalla Banda Borgognoni e lo «start» dell'ex atleta azzurro di atletica leggera Claudio Cialdi. Gli amatori si sono messi alla prova su due percorsi non competitivi sulla distanze di 10 e 3 chilometri. In gara c'erano anche gli atleti del gruppo pratese «I Maratonbili»: composto da circa una trentina di corridori, «I Maratonabili» hanno portato le carrozzine di altrettanti ragazzi e ragazze disabili che con i loro sorrisi, i loro palloncini colorati, e la loro allegria contagiosa hanno dato prova di grande partecipazione e voglia di esserci. Perchè la «Maratonina» non è solo di chi corre in un'ora o poco più gli oltre 21 chilometri di percorso: è di tutti coloro che vogliono mettersi alla prova nella corsa a prescindere dal cronometro e di essere, per un giorno, protagonisti assoluti dello sport a Pistoia