Marina di Massa, 22 luglio 2016 - Anno scolastico 2016/2017 a rischio per l'istituto G. Minuto di Marina di Massa. Uno degli alberghieri storici e più rinomati e prestigiosi d'Italia, nato nel 1962 come sede distaccata del Saffi di Firenze, poi diventato autonomo, potrebbe dunque chiudere i battenti. Il motivo si lega alla mancanza di soldi per il convitto, spiega il presidente facente funzioni della Provincia di Massa Carrara Ugo Malatesta: senza però i 150 ragazzi provenienti da fuori provincia, da ospitare nel convitto, "mancherebbe una grossa fetta di introiti all'istituto e sarebbero a rischio anche la composizione delle classi e 25 lavoratori, tra educatori e cuochi".

La Regione Toscana ha promesso di venire incontro alla scuola con un 'aiuto' di 25mila euro ma "non saranno sufficienti". Nel convitto vivevano appunto circa 150 alunni: la Provincia già da tre anni è stata costretta a spostarli in una struttura provvisoria, di proprietà di una parrocchia, perché la sede originaria, all'interno dello stesso alberghiero, è inagibile, assieme ad altre aule e ad alcuni laboratori di cucina. Per ripristinare tutti questi locali occorrerebbero 700mila euro che la Provincia ad oggi non ha mentre mantenere il convitto nella struttura parrocchiale, che peraltro non è completamente idonea, è diventata un costo troppo elevato per l'ente, circa 120mila euro all'anno.