Riapre la storica sala polivalente. "Un altro spazio comunale restituito a tutta la comunità"

La sindaca ha colto l’occasione per fare il punto sulle ristrutturazioni eseguite in questi ultimi anni

Riapre la storica sala polivalente

Riapre la storica sala polivalente

Arcola, 25 febbraio 2024 – Riapre la storica sala polivante di piazza 2 Giugno ad Arcola, ieri il taglio del nastro. Un fiore all’occhiello per la comunità, durante la cui apertura la sindaca Monica Paganini ha colto l’occasione per fare il bilancio delle opere svolte: "Si conclude con quest’opera il ciclo di ristrutturazione degli edifici comunali durato quattro quattro anni, nel corso dei quali sono stati recuperati, restaurati e resi fruibili importanti spazi per gli operatori comunali e per tutta la comunità".

Una mappa di lavori che parte dal rifacimento del tetto del Castello Obertengo e dal restauro degli interni per confermarlo quale sede storica del Comune con gli uffici del settore finanziario e personale, del segretario generale, del turismo cultura ed eventi e del sindaco. Quindi il recupero del complesso Mattarella al piano di Arcola, bene confiscato alla criminalità organizzata e ristrutturato grazie ad un finanziamento regionale acquisito dietro presentazione di un progetto di recupero che prevede anche la messa in opera di fotovoltaico per efficientamento energetico, è oggi sede dell’area tecnica (lavori pubblici e manutenzione, urbanistica, ambiente) e della protezione civile.

Terza, non per ordine di importanza, la ristrutturazione del complesso dei giardini di Via Valentini che ospita il centro culturale e ricreativo con una rinnovata biblioteca e la Mondoteca per i più giovani. E ancora il parcheggio coperto di via Trina che ospita una grande sala convegni ed è sede delle sedute dei consigli comunali, l’edificio di piazza 2 Giugno che ha visto insediati i nuovi uffici della polizia locale e del Centro operativo comunale e grazie alla importante riqualificazione del piano terra ospiterà gli uffici del servizio sociale.

«A breve – ha annunciato la sindaca Paganini – si concluderanno i lavori di risanamento del centro sociale Bassano del Termo come ulteriore centro strategico di aggregazione sociale per tutte le fasce di età e sono avviati e conclusi i lavori di ristrutturazione della palestra di Romito e di realizzazione degli spogliatoi". Sul versante edifici scolastici sono in corso importanti lavori di ristrutturazione diffusa e la realizzazione del nuovo Polo per l’infanzia finanziato con 2,3 milioni di fondi Pnrr.

Cristina Guala