Quotidiano Nazionale logo
15 mag 2022

Bama prova la prima impresa a Firenze

Gara uno dei play-off oggi alle 18.30 sul parquet della Laurenziana per i rosablu. Giovedì prossimo il ritorno a Ponte Buggianese

Coach Giuntoli ha portato il Bama Altopascio fino ai play-off. La formazione rosablu per lunghi tratti è stata la rivelazione della stagione in serie «C» Silver
Coach Giuntoli ha portato il Bama Altopascio fino ai play-off. La formazione rosablu per lunghi tratti è stata la rivelazione della stagione in serie «C» Silver
Coach Giuntoli ha portato il Bama Altopascio fino ai play-off. La formazione rosablu per lunghi tratti è stata la rivelazione della stagione in serie «C» Silver

Non c’è domani o, se c’è, è molto ravvicinato. Così negli Stati Uniti definiscono i play-off. Nel basket è così, in qualsiasi categoria. In "C" Silver prova l’impresa il Bama Altopascio. Oggi, alle 18.30, i rosablu saranno di scena a Firenze contro la compagine che, durante la regular season, si è rivelata la classica "bestia nera" per Bini e compagni, con i gigliati che si sono aggiudicati entrambi i match, sia nel capoluogo regionale, sia quello a Ponte Buggianese.

Il Bama ha vissuto una stagione stile montagne russe: arrivando dalla "D", è stata la rivelazione unanimemente riconosciuta per tutto il girone di andata, anche prima in classifica all’epoca delle otto vittorie consecutive. Poi il covid, infortuni e acciacchi vari, il team allenato da coach Giuntoli ha avuto un netto calo, tanto da chiudere la prima parte al settimo posto.

L’accoppiamento nei play-off con Empoli – in gran forma, viste le undici affermazioni di fila – , faceva presagire poco di buono. Invece è arrivata l’impresa: eliminati i valdelsani per 2-0; due vittorie, tra l’altro, molto nette, con Salazar sontuoso e con il recupero prezioso di Arrabito; ma anche i vari Lorenzi, il capitano inossidabile Bini, i due fratelli Creati e tutto il roster protagonisti di una prova eccezionale.

La squadra del presidente Sergio Guidi (auguri di pronta guarigione dopo un piccolo intervento), ha avuto dieci giorni di tempo per preparare gara uno contro una Laurenziana che, invece, ha dovuto ricorrere allo spaareggio per eliminare, nei quarti di finale, Valdera. Sono rimaste in quattro a contendersi la "C" Gold: Laurenziana e Bama da un lato del tabellone, Mens Sana Siena e Folgore Fucecchio dall’altra. I biancoverdi della città del Palio sono stati beffati in regular season dai "cugini" del Costone, in un derby cittadino che è andato avanti per tutta la stagione. Fucecchio, invece, a differenza di altre annate, in cui aveva sbandierato ambizioni, stavolta a fari spenti, ma con un roster di tutto rispetto, con una cifra tecnica di notevole lignaggioè arrivato fin qui. Le vincenti delle due semifinali, ovviamente, si giocheranno l’approdo in "Gold".

Stasera va in onda gara uno di ciascuna semifinale. Giovedì 19 maggio il ritorno, a campi invertiti. Eventuale gara tre di spareggio, a Firenze per il Bama e a Siena domenica 22 maggio. La settimana successiva comincerà la finalissima che, attenzione, non sarà al meglio delle tre sfide, ma delle cinque. Vince chi se ne aggiudica tre. Però la truppa del tecnico Gianluca Giuntoli deve affrontare un ostacolo per volta e la Laurenziana ne rappresenta uno assai elevato.

Massimo Stefanini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?