Una mostra con l’università americana

L'Università della Georgia e Cortona celebrano la loro amicizia cinquantennale con la "Reunion Mostra", esponendo le opere degli studenti delle mostre precedenti. L'evento è un momento importante per la comunità studentesca e testimonia il legame tra le due realtà. La storia tra Cortona e l'università americana ha radici solide e ha coinvolto oltre 10.000 studenti.

Una mostra  con l’università americana
Una mostra con l’università americana

Si consolida l’amicizia ormai più che cinquantennale tra l’Università della Georgia e Cortona. Anche quest’anno ad Athens nella sede dell’"International Center della University of Georgia" è stata organizzata e applaudita la "Reunion Mostra". Si tratta dell’evento nel quale vengono esposte tutte le opere delle mostre fatte a Cortona nell’anno precedente, ovvero quelle realizzate dagli studenti dei corsi Primavera-Estate e Autunno 2023. Un’occasione in cui i giovani si danno appuntamento per riabbracciarsi, per vedere le loro opere esposte e per suggellare il rapporto di amicizia con Cortona. La tradizione si ripete ormai da 25 anni ed è un momento molto sentito dalla comunità studentesca dell’Università della Georgia a Cortona. "Hanno partecipato circa 250 studenti, professori, famiglie e amici per festeggiare ‘Uga Cortona’ e il prezioso rapporto con la città e la comunità di Cortona", ricorda Christopher Robinson, direttore della University of Georgia a Cortona. "Avere modo di apprezzare i lavori degli studenti è sempre un’emozione, un segno tangibile del loro impegno e della loro creatività che ha preso forma e vita proprio nella nostra città - conferma l’assessore alla cultura del Comune di Cortona, Francesco Attest. "L’arte deve essere veicolo culturale e sociale, stabilendo solidi rapporti tra le nostre realtà". La storia che lega Cortona all’università americana ha radici solide nel tempo. L’intuizione iniziale spetta al professore John D.Kehoe che nel lontano 1969 scelse Cortona quale sede per i corsi all’estero di questa prestigiosa università americana. Il numero di studenti che è arrivato in città è ormai di oltre 10 mila unità. Laura Lucente