Alternativa Uniti a Sinistra. Ecco l’avvocato Castellani

Una corsa in solitaria per dare voce agli scontenti: un taglio col passato

Alternativa Uniti a Sinistra. Ecco l’avvocato Castellani
Alternativa Uniti a Sinistra. Ecco l’avvocato Castellani

La lista "Uniti a Sinistra" cala il suo asso. La candidata scelta per correre alla poltrona di sindaco è Verusca Castellani. 53 anni, avvocato civilista, formatrice per la gestione del rischio in sanità presso la Luiss Business School e oggi risk manager in molti ospedali. Il suo è un battesimo nell’agone politico. Mai fatta politica attiva, che, però ha "respirato" in famiglia fin dalla giovane età. "La politica la conosco, mi piace e mi ha sempre appassionato", conferma Castellani. A presentarla ieri mattina ci ha pensato uno storico ex sindaco cortonese Ferruccio Fabilli insieme al gruppo politico che si è formato.

Perché la scelta di correre da soli?

"Io e i sostenitori della nostra lista civica siamo insoddisfatti delle persone e dei programmi amministrativi che si sono avvicendati negli ultimi venti anni a Cortona. In tanti, me compresa, non abbiamo votato a livello amministrativo in questi ultimi anni, proprio perché non ci sentivamo rappresentati. Ci sono stati sindaci che a Cortona hanno cancellato il concetto di partecipazione democratica alla gestione della cosa pubblica. Vogliamo farci portavoce di questo scontento e tentare di dare risposte costruttive ai bisogni d’una comunità. Corriamo da soli perché Vignini in questo momento rappresentava un ritorno al passato e noi volevamo discontinuità".

Quali sono i valori a cui vi ispirate?

"I nostri ideali ispiratori sono a sinistra e non ce ne vergogniamo, anche se la sinistra oggi viene bistratta. Noi ci ispiriamo ai valori della sinistra storica, quella che riporta il contatto con la gente. La nostra compagine è molto eterogena. Il nostro desiderio è di proporre qualcosa di nuovo e positivo".

Avete già priorità che state inserendo nel programma elettorale?

"Il programma è in itinere. Abbiamo tante idee, che coinvolgono il territorio. Vogliamo fare delle promesse che siamo in grado di mantenere. Se vuoi fare qualcosa di diverso devi anche essere diverso, soprattutto nell’approccio e nelle proposte. Voglio ascoltare le persone e con loro costruire il progetto.".

Che campagna elettorale sarà la vostra?

"Non sarà una guerra. Vorrei condurre una campagna elettorale sulla sostanza e non sulle persone. Non mi piacciono le urla da stadio. Non ho nulla di personale verso gli altri candidati. Non è detto che ci si riesca, perché gli animi politici degli altri candidati sono già effervescenti, ma ci spero".

La.Lu.