31 maggio 2017 - Il B&B Service Forte dei Marmi non fallisce il match point, espugna il Capannino di Follonica con il punteggio di 3-1 (primo tempo 2-1) e si qualifica per il quarto anno consecutivo per la finale scudetto. Conoscerà il suo avversario solo domenica sera e potrà godere di una settimana intera per preparare la prima sfida, in programma martedì 6 giugno a Lodi o Viareggio. Palagi e compagni infatti sono affondati in casa contro il Lodi e sarà necessario giocare la bella.

FOLLONICA-FORTE DEI MARMI 1-3 Sulla pista maremmana parte benissimo la squadra di Bresciani che dopo meno di un minuto è già in vantaggio con il rientrante Marco Pagnini che chiude un bel triangolo con un tiro impredibile sotto la traversa. Dopo i primi minuti però i campioni d’Italia calano e il Follonica, particolarmnete nervoso e falloso, si rende maggiormente pericoloso fino a raggiungere il pareggio al 20’ con Federico Pagnini. La sfida in famiglia fra i cugini però continua e pende di nuovo dalla parte dell’attaccante del B&B Serivce che segna la rete del 2-1, punteggio sul quale si va al riposo, con un bel tiro accompagnato sul quale Menichetti non può nulla. Nella ripresa, pur segnando una sola rete, i rossoblu controllano con autorevolezza il gioco e allungano al 6’ con un violento tiro di Orlandi che sfrutta una superiorità numerica. Da segnalare ben sei tiri piazzati non trasformati dalla squadra ospite e numerosi falli dei giocatori maremmani con Marinho Rodriguez che, dopo essere stato espulso per 2’, rimedia il cartellino rosso per una steccata ai danni di Romero (già toccato duro dall’attaccante portoghese senza che gli arbitri vedessero, nella prima frazione).

Il tabellino:

BANCA CRAS FOLLONICA: Menichetti (Armeni), Fantozzi, Basnini, Rodriguez, Marinho, Pagnini F., Paghi S., Esposto, Rosati. All.: Paghi F.

B&B SERVICE FORTE DEI MARMI: Gnata (Stagi), Motaran, Cinquini, Maggi, Orlandi, Torner, Romero, De Oro, Pagnini M. All.: Bresciani.

Arbitri: Carmazzi e Ferrai di Viareggio

Marcatori. Pagnini M. 0:31; Pagnini F. 20:28; Pagnini M. 24:28 del primo tempo. Orlandi 6:24 del secondo tempo.

Note. Pubblico 800 circa con una rappresnetanza di tifosi giunti da Forte dei Marmi. Espulsi: Marinho definito; Marinho, Rodriguez, Torner e Motaran per 2’.

VIAREGGIO-LODI 0-6 La seconda finalista del campionato 2016/17 si saprà domenica sera al termine di gara cinque. Il Lodi espugna con un tennistico 0-6 (primo tempo 0-4) il Palabarsacchi annulla il match point del Cgc e riporta in parità una sfida che sembrava ormai indirizzata a favore dei viareggini. Come in gara due i lombardi iniziano forte, ma stavolta il Cgc capitola dopo solo 4’ quando un tiro da fuori viene deviato da Verona e forse da un difensore bianconero supera Barozzi. Il Cgc reagisce in modo ordinato ma al 7’ in un’azione analoga a quella della prima rete Illuzzi raddoppia. Al 10’ Català salva sulla linea su Montigel e al 12’ Verona cala il tris con un tiro angolato. Il Cgc ci prova da fuori (Rubio) e in contropiede (Bertolucci) ma Català para tutto. Al 21’ viene espulso Mirko Bertolucci e Cocco segna dopo che Barozzi aveva parato il suo tiro diretto. Al 22’ rigore per il Cgc che Català para a Muglia. Al rientro negli spogliatoi c’è tensione e ne fanno le spese Illuzzi e Mirko Bertolucci espulsi definitivamente. LA RIPRESA vede il Lodi controllare mentre al Cgc viene negato da da un grande Català anche il gol della bandiera. Al 5’ tiro diretto di Cocco che finisce sul palo e ritorna al giocatore lodigiano che segna. Al 7’ viene espulso Costa per proteste, ma la superiorità numerica degli ospiti non ha esito. Muglia impegna Català (10’), mentre al 15’ Ambrosio colpisce il palo in contropiede. Subito dopo arriva l’ultima rete della squadra di Resende. La segna Alessandro Verona con un bel tocco in area. Il Cgc cerca fino alla fine il gol, ma Català prima (20’) viene salvato due volte consecutive dalla traversa su tiri di Muglia e poi para sulla linea l’ennesima conclusuione del rientrante attaccante viareggino. La partita finisce qui ed ora i viareggini si trovano nella stessa condizione del Lodi prima di gara quattro: dover vincere sulla pista avversa. La sfida di semifinale si deciderà in una partita secca che si disputerà domenica 4 giugno in un Palacastellotti in cui farà ancora più caldo (e non solo per motivi meteorologici) che in gara tre. Se il Lodi ha ritrovato quella prolificità che mancava dall’inizio dei play off, il Cgc non è riuscito ad imbrigliare i due migliori giovani dell’hockey italiano, Giulio Cocco e Alessandro Verona che hanno fatto la differenza. I bianconeri devono chiudere prima possibile questa serata e ripartire da zero, facendo tesoro delle belle prove fornite precedentemenete.

Il tabellino:

CGC VIAREGGIO: Barozzi (Torre), Rubio, Montigel, Palagi, Deinite, Bertolucci M., Costa, Muglia Gavioli. All.: Bertolucci A.

WASKEN LODI: Català (Verona M.), Maremmani, Illuzzi, Ambrosio, Coppola, Bergamaschi, Cocco, Platero, Verona A. All.: Resende.

Arbitri: Eccelsi e Fronte di Novara.

Marcatori. Verona 4:36; Illuzzi 7:56, Verona 12:10; Cocco 21:22 del primo tempo. Cocco 5:34; Verona 15:36 del secondo tempo.

Note. Pubblico 1000 circa com 60 tifosi giunti da Lodi. Esplusi definitivamente Illuzzi e Bertolucci M; espulsi per 2’ Bertolucci M., Verona A., Rubio e Costa.