GESAM GAS LUCCA 66

FAMILA SCHIO 80

GESAM GAS LUCCA: Battisodo 8, Landi ne, Tognalini 3, Pedersen 13, Dotto 15, Wojta 15, Harmon 6, Crippa 6, Miccoli ne, Salvestrini ne, Ngo Ndjok, Mandroni ne. All. Diamanti.

FAMILA SCHIO: Martinez 8, Bestagno, Gatti, Myiem 6, Tagliamento, Anderson 33, Masciadri, Zandalasini 12, Sottana 9, Ress 2, Macchi 10. All. Procaccini. Arbitri: Moretti, Marziali, Del Monaco. Note: parziali: 20-15 / 31-30 / 53-52. Tiri: LU 20/53 t2, 5/12 t3, 11/14 tl; SC 18/35 – 9/17 – 17/18. Rimbalzi 39-29. Cinque falli: Crippa 36’55”. Antisportivo: Harmon 28’44”.

Lucca, 27 febbraio 2017 - MALGRADO abbia messo in campo una buona prestazione, Gesam perde la settima gara di finale, sulle sette disputate, con Schio e deve rimandare l'appuntamento con il primo trofeo della sua storia. Partono bene le lucchesi, che riescono a raggiungere anche i 10 punti di vantaggio (25-15) nel secondo periodo, prima di subire la rimonta delle venetr guidate da un'ispiratissima Anderson che, alla fine, metterà a segno 33 punti contro i 12,9 di media segnati sin qui in campionato. Con un ultimo colpo di coda Gesam riesce ad iniziare l'ultimo periodo sotto di un punto, 53-52, ma, alla fine, la panchina lunga di Schio porta la gara dalla parte delle venete che, con il cambio di allenatore, Procaccini per Mendez, hanno guadagnato i quarti di finale in Europa ed hanno alzato la Coppa Italia. A Gesam resta la soddisfazione di aver dato filo da torcere ad avversarie sulla carta più forti. Domenica riparte il campionato, dove Gesam è in testa alla classifica.