Arezzo, 14 luglio 2017 -  L'Arezzo ha depositato stamattina il ricorso con la documentazione degli stipendi pagati. E' stato l'avvocato Rotella a recarsi negli uffici della Covisoc. La decisione definitiva sarà data dal Consiglio Federale giovedì 20 luglio. Ma dal club amaranto trapela assoluta fiducia perché è stato risolto il problema dei pagamenti arretrati e che costerà comunque un punto di penalizzazione, ma è chiaro che adesso l'aspetto più importante è l'iscrizione al prossimo campionato di serie C. Prima c'è stata la fideiussione, ora i pagamenti che mancavano.    

Un atto dovuto". Così la società amaranto aveva spiegato i problemi evidenziati dalla Covisoc che ha provveduto ad assegnare le licenze nazionali controllando i pagamenti effettuati da parte delle società della terza serie. Il club amaranto si è subito attivato per ottenere il via libera al prossimo campionato.

"Siamo tranquilli - avevano spiegato da viale Gramsci - si tratta di un atto dovuto legato al mancato pagamento degli stipendi entro il termine fissato dai regolamenti". 

Intanto la squadra svolge i primi allenamenti, i test, gli esercizi allo stadio Comunale, poi domenica la partenza per il ritiro di Chianciano Terme. 

Intanto arrivano dalla Sampdoria in prestito due giovani, l'attaccante Di nardo e il centrocampista Criscuolo.