Meteo, sole e nebbia: è il mix dell’anticiclone Zeus. A febbraio torna l’inverno?

Le previsioni per i prossimi giorni. Intanto questa settimana «la stabilità atmosferica portata da Zeus garantirà giornate soleggiate e piacevoli

Meteo: permane l'anticiclone Zeus tra sole e nebbia
Meteo: permane l'anticiclone Zeus tra sole e nebbia

Firenze, 29 gennaio 2024 –  'Giorni della Merla’ dal sapore primaverile. Il periodo che fino a non molti anni fa era considerato il più freddo dell'inverno, e non solo per detto popolare, ma anche statisticamente parlando, quest'anno però non sarà così.

La presenza dell'anticiclone africano Zeus durerà ancora molto tempo, almeno per altri 10-14 giorni. Di fatto questa possente alta pressione 'ruberà’ alla stagione invernale quasi 30 giorni» e «dall'inizio di febbraio si inizierà a respirare aria di primavera». Lo afferma il meteorologo Antonio Sanò.

Arriverà quindi una primavera anticipata? «Forse, ma di certo non durerà. Il mese di febbraio, che segna il passaggio tra inverno e primavera, è stato spesso caratterizzato da eventi meteorologici importanti ed è proprio a febbraio che si sono verificate le più forti ondate di gelo e neve sull'Italia; basti ricordare gli anni come il 1929, il 1956 e più recentemente il 2012 e il 2018».

Intanto questa settimana «la stabilità atmosferica portata da Zeus garantirà giornate soleggiate e piacevoli al Centro-Sud e sui settori alpini e prealpini, però provocherà anche la formazione di nebbie o nubi basse sulla Pianura Padana e lungo le coste tirreniche (qui solo al mattino). Se questa ormai è una normalità da parecchi giorni, i due aspetti che caratterizzeranno i prossimi giorni sono la quasi scomparsa della nebbia al Nord e l'aumento delle temperature.

Da giovedì 1 febbraio, ma soprattutto dal giorno della Candelora (2 febbraio) ci saranno sempre meno nebbie a favore di un più ampio soleggiamento. L'anticiclone Zeus infatti si rafforzerà ulteriormente e così anche le temperature potranno aumentare. I valori massimi diventeranno via via più gradevoli su tutte le regioni e compresi grossomodo tra 13 e 18°C un pò ovunque».

Previsioni meteo in Toscana

Previsioni meteo a cura del Consorzio Lamma:

Martedì 29 gennaio: Sereno o velato salvo locali addensamenti mattutini su costa e arcipelago. Venti: assenti sulle zone interne, deboli meridionali sulla costa. Mari: poco mossi. Temperature: stazionarie o in ulteriore lieve calo le minime con gelate mattutine sulle pianure e fondovalle dell'interno (ampiamente sopra zero in collina e montagna per l'accentuata inversione termica). In lieve calo le massime.

Mercoledì 30 gennaio: Velato con addensamenti di tipo basso in graduale aumento dalla costa verso le pianure settentrionali. Venti: deboli variabili. Mari: poco mossi. Temperature: in aumento le minime ma con ancora locali gelate su pianure interne e fondivalle; massime senza variazioni di rilievo (in calo in montagna).

Giovedì 1 febbraio: nuvoloso o molto nuvoloso per nubi prevalentemente basse sulle zone centro settentrionali e per nubi alte e stratificate in alta montagna e in Maremma Venti: deboli occidentali. Mari: poco mossi o mossi a largo. Temperature: minime stazionarie o in lieve calo in montagna, massime in calo di un paio di gradi nell'interno. Venerdì 2: sereno o poco nuvoloso con foschie e nebbie mattutine. Venti: deboli o al più moderati nord orientali. Mari: poco mossi. Temperature: stazionarie o in lieve calo le minime con locali gelate, massime in aumento.