Massa, 10 maggio 2021 - E' spaventata e ha dolori. Ma non denuncerà chi le ha per sbaglio somministrato ben sei dosi di vaccino tutte insieme. Parla la ragazza che si è vista ricevere, senza saperlo, per errore, l'eccessiva dose di siero. Doveva essere vaccinata come tirocinante di psicologia clinica. Ha ricevuto la dose, "Ma ho visto che qualcosa non andava, l'infermiera era agitata - racconta a Corriere.it - Ho parlato con il medico. Mi hanno chiesto di uscire un momento. Poi mi hanno spiegato tutto e mi hanno detto che mi avrebbero ricoverato in osservazione per 24 ore". 

Adesso la ragazza è stata dimessa. Le sue condizioni sono buone, ma gli stessi medici non sanno se in futuro ci saranno conseguenze. Si tratta di un evento mai accaduto in Italia e che dunque verrà seguito passo passo. 

La giovane ha poi confermato, come già anticipato dalla madre, che non sporgerà denuncia per quanto accadutole. "Assolutamente no - ha detto ancora - sono cose che possono accadere, tutti si sbaglia. Non c'è dolo. L'ho letto negli occhi dell'infermiera che mi ha fatto l'iniezione".

Poi ha aggiunto: "La mia tolleranza vale solo per l'infermiera o chi per lei ha sbagliato, non per la struttura che comunque non può mai permettersi certe disavventure".

Riguardo alle sue condizioni di salute, la ragazza ha aggiunto. "Sono stanchissima. E molto stressata. Ho forti dolori nel punto dell'inoculazione, mi fa male tutto il braccio e ovviamente ho paura. Adesso bisogna vedere cosa accadra'". Comunque sia, se dovesse essere sottoposta ad un nuovo vaccino non si tirerà indietro.

"Spero che non ce ne sia bisogno, ma sono pro vaccino e se ci sarà necessità lo farò ancora. Una dose sola però". Da un punto di vista medico saranno comunque sottoposti ad una serie di test i prelievi di sangue eseguiti nelle scorse ore sulla ragazza. L'Asl Toscana Nord Ovest vuol capire se l'eccesso di dosi di vaccino può avere ripercussioni negative sulla immunizzazione della paziente.