Il presidente Alessandro Sammartano con il presidente onorario Mario Perazzo e il fratello
Il presidente Alessandro Sammartano con il presidente onorario Mario Perazzo e il fratello

Lerici, 18 luglio 2019 - Una retrocessione e una promozione sfumata alla ‘bella’, al termine di un campionato lusinghiero sono il bottino dell’ultima stagione pallanuotistica del Carispezia Lerici Sport 1954, di cui parliamo insieme al presidente Alessandro Sammartano.

 "È stata una stagione un ricca e impegnativa: per la maschile c’eravamo preparati tanto per fare un buon campionato: in due anni con Bruno (Sabioni, coach e bomber, ndr) abbiamo costruito una squadra arricchendola con nuovi innesti, mentre per la femminile ci siamo organizzati in modo diverso, avendo preso la decisione sul ripescaggio in A2 all’ultimo minuto. Speravamo di vincere ai playout, ma non siamo riusciti ad approdarvi".

Partiamo dalle donne, che non sono riuscite a restare in serie A2, forse anche per una formazione nata per la B.

"Mi è dispiaciuto, è stato difficile per le ragazze, ma non c’è alcun tipo di responsabilità oggettiva. Anzi, speriamo di esser nuovamente ripescati: tutti gli anni c’è carenza di squadre e vorremmo giocarci come si deve questa sfida".

La maschile, invece, ha sfiorato un risultato storico.

"Con loro non avevamo pianificato di salire: il nostro obiettivo era tornare per il secondo anno consecutivo ai playoff e giocarcela: abbiamo ottenuto questo traguardo. Certo, alla fine ci è dispiaciuto non salire. Sarebbe stato un risultato storico tornare in A2, in cui non giocavamo dal 1975, ma altrettanto storica è stata la finale, in cui ci è stato vicino anche il sindaco”.

Una squadra, quella della stagione appena finita, che non si dimenticherà.

"Molto coesa e i ragazzi stessi hanno detto di sentirsi in famiglia: cose positive che ci daranno soddisfazioni anche il prossimo anno, con l’obiettivo di provare a salire. Molto probabilmente Bruno Sabioni non ci sarà e potremmo pensare anche a una soluzione interna per la panchina. Per quanto riguarda la squadra, tutti saranno riconfermati. Deve ancora sciogliere il dubbio il capitano Zaric, che potrebbe smettere di giocare e, ovviamente, di dovrà sentire il nuovo allenatore".

Conferme anche per la femminile?

"Anche per loro il gruppo sarà confermato. Ovviamente, c’è un punto interrogativo legato alla serie che affronteremo: se sarà di nuovo A2, valuteremo eventuali inserimenti. C’è solo in forse la presenza dell’argentina Candela Marcuzzi, per questioni legate alla cittadinanza”.

Chiara Tenca