Il pivot Marco Zambianchi
Il pivot Marco Zambianchi

Grosseto, 12 marzo 2019 - Ventesima vittoria stagionale per la Gea Basketball Grosseto che, al Palasport di via Austria, riesce ad avere ragione (73-67) della Coop Valdambra, che è rimasta in partita fino a 4 minuti dalla fine dell’ultimo quarto grazie ad una serie di ottimi tiratori, che hanno firmato anche sette triple. La capolista del girone E di serie D (che di bombe ne ha piazzate nove, delle quali tre di Canuzzi e Santolamazza; due di Perin e uno di Roberti) ha alternato buone azioni ad alcuni momenti di pausa che hanno permesso agli avversari di rimanere avanti per tutto il primo tempo e di ritrovarsi in piena corsa fino alla fine del match.

Sicuramente migliore il comportamento del quintetto di Crudeli nella seconda parte di gara: ha stretto le maglie della difesa, con un pressing asfissiante, e ha rallentato la corsa del team di Quaglia, uscito comunque a testa alta dal confronto; in attacco sono arrivati alcuni buoni canestri. «Possiamo giocare meglio di così – è il commento finale del coach Pablo Crudeli – La squadra gioca paradossalmente meglio fuori casa.

Anche stavolta i canestri del Valdambra sono arrivati da nostri errori, da palle perse. Dobbiamo crescere, ma prima devo capire cosa sta succedendo». Dopo il minuto di raccogimento per ricordare il coach Alberto Bucci, scomparso nelle scorse ore, il Valdambra ha piazzato un parziale di 4-0, interrotto dalla bomba di Santolamazza. Ricciarelli ha firmato il 6-6 dalla lunetta, prima di un mini-break ospite di 5-0 (6-11), grazie anche a Tello (7 punti nel primo quarto). Le bombe di Stagi portano la Coop Bucine sul +9 (11-19), ma la Gea fissa il primo quarto sul 14-19. Il secondo quarto si apre con il bel canestro da sotto di Gruevski e con la terza tripla di Santolamazza che riportano Grosseto a -2 (19-21). A 5’47 la bomba di Perin dà il primo vantaggio alla Gea (25-23). Stagi e Buccolini riportano però gli aretini a +5 (25-30) a 4’20 dalla fine.

A 2’30 il canestro di Tello porta Valdambra sul 29-37. La Gea con Canuzzi e Furi riesce ad andare all’intervallo lungo sotto di 5. Al rientro dagli spogliatoi la squadra grossetana appare più determinata e ben presto con i canestri di Roberti e Canuzzi riesce a mettere la testa avanti, anche di cinque lunghezze. Valdambra, comunque non molla e va all’ultimo riposo a -3. A inizio quarto, con un parziale di 7-1, la Coop Bucine passa a condurre 60-63. A 4’02 dalla fine la Gea pareggia (65-65) e prende definitivamente la partita in mano con quattro punti consecutivi segnati da Matteo Perin. E’ però Edoardo Furi a dare il colpo di grazia alle speranze ospiti con il canestro del 71-67.