La formazione anti Parma. Gonzalez, turno di riposo. In attacco giocherà Nzola

Quarta squalificato, dietro linea a quattro con Kayode, Milenkovic, Mina e Parisi. Incognita sugli esterni, ma Kouame e Brekalo sono in vantaggio su Sottil e Ikonè.

Con un occhio rivolto alla gara di questa sera contro il Parma, con l’altro già proiettato alla super sfida di domenica sera a Roma contro i giallorossi, una notte che può valere l’aggancio della zona Champions. Provare a capire quali potranno essere le scelte di Italiano per il match odierno si annuncia un esercizio più complesso del solito, visto che nessuno in casa Fiorentina ha voglia di sottovalutare né l’appuntamento con i Ducali - che lo scorso anno, agli ottavi di Coppa Italia, costrinsero ai supplementari l’Inter - né di mettere in secondo piano la trasferta della Capitale. Anche per questo motivo non è stato convocato Gonzalez, al quale verrà concesso un giorno di riposo. Qualche cambio però, rispetto all’undici che ha demolito la Salernitana, ci sarà sicuramente e la sensazione è che il turnover verrà messo in atto un po’ in tutti i reparti.

A cominciare dalla porta, dove Christensen, dopo la Conference, è destinato a diventare anche il titolare nel trofeo nazionale. In difesa scontato il turno di riposo per Biraghi, con una linea a 4 che dovrebbe essere composta da Kayode, Milenkovic, Mina e Parisi (Quarta sconta un turno di squalifica). Variazioni anche a centrocampo, dove le recenti buone prove di Lopez varranno al francese la maglia da titolare assieme a Mandragora. Davanti, infine, quello che pare avere in mente Italiano sembra un vero e proprio tetris: Barak dovrebbe essere il perno centrale della trequarti con, davanti a sé, Nzola mentre ai lati del ceco dovrebbero agire Kouame e Brekalo, in vantaggio stavolta su Ikoné e Sottil.

Andrea Giannattasio

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro

Continua a leggere tutte le notizie di sport su