Alberto Bettiol
Alberto Bettiol

Castelfiorentino, 27 maggio 2021 - Alberto Bettiol vince la tappa numero 18 del Giro d'Italia, la Rovereto-Stradella, 231 km quasi tutti pianeggianti a parte il finale. Una grande gioia per l'atleta della Education First e grande festa a Castelfiorentino, sua città di origine. Orgoglio toscano dunque in un Giro in cui gli atleti italiani stanno riuscendo a mettersi in evidenza.

Bettiol è entrato nella fuga giusta per poi riuscire a emergere nel folto gruppo dei fuggitivi. Nel finale è riuscito a superare il francese Cavagna, che aveva tentato la fuga. Ultimi km emozionanti, poi l'arrivo in solitaria per Bettiol, già vincitore del Giro delle Fiandre del 2019, sua vittoria più grande in carriera. 

"Una tappa emozionante ma anche molto dura e molto calda dal punto di vista meteo. Tutti i sacrifici degli ultimi mesi sono stati ripagati. Il mio pensiero va a Mauro Battaglini, il mio manager scomparso poco tempo fa", dice Bettiol, che dedica appunto a un compianto protagonista del ciclismo toscano la sua tappa. 

"Ero molto spaventato da Cavagna nel momento in cui era davanti, è molto forte - dice Bettiol - Quando l'ho visto alla portata ho rilanciato la mia azione. E' stato anche un gioco mentale, sapevo che era l'ultima chance per me. Ha funzionato, lui è crollato e sono passato".