Premio Marcantoni, tesi in arrivo da tutta Italia

Sono una decina le tesi di laurea già inviate alla Società storica aretina per partecipare alla XI edizione del Premio di cultura “Aurelio Marcantoni”

aurelio
aurelio

Arezzo, 4 gennaio 2024 – Sono una decina le tesi di laurea già inviate alla Società storica aretina per partecipare alla XI edizione del Premio di cultura “Aurelio Marcantoni”. Le tesi sono giunte da tutta Italia: oltre che dalle Università toscane (Firenze, Pisa, Siena), dalla Sapienza di Roma e dalle Università dell’Insubria (Varese), del Salento (Lecce) e di Palermo. Si tratta in prevalenza di tesi magistrali o specialistiche, ma non mancano neppure le tesi triennali.

Il concorso è indetto dalla Società storica e dalla nostra redazione, grazie alle sponsorizzazioni di Atam, Chimet e Fraternita dei Laici. Il premio è destinato ai giovani che abbiano discusso, in qualsiasi Università italiana o straniera, tesi triennali, specialistiche e di dottorato aventi per argomento la storia della Toscana o di una sua città o territorio, compreso naturalmente quello aretino.

Il concorso si propone, oltre che di onorare la memoria e conservare il ricordo di Aurelio Marcantoni (1958-2002), giornalista de “La Nazione” e socio fondatore della Società storica, di favorire lo sviluppo della ricerca storica. Possono partecipare tutti i giovani nati a partire dal 1° gennaio 1988, con tesi sulla storia toscana discusse fra il 1° agosto 2020 e il 31 luglio 2024. La premiazione avverrà il 6 gennaio 2025, anniversario della scomparsa di Aurelio.

Il concorso è articolato in tre sezioni, una per ciascun tipo di tesi, con altrettanti premi in denaro di importo variabile, più un quarto premio dedicato alla memoria di Massimo Benigni. Della commissione giudicatrice faranno parte sia i soggetti promotori che gli sponsor.

Le domande di ammissione in formato digitale dovranno pervenire alla PEC della Società storica aretina ([email protected]) entro le ore 24 di lunedì 30 settembre 2024. Per informazioni si può contattare l’associazione: 0575.299386 e [email protected].