Roma, 16 aprile 2021 - Covid. Oggi, venerdì, è la giornata delle decisioni sul cambio dei colori delle regioni. Il ministro Speranza ha firmato oggi le  nuove ordinanze che entreranno  in vigore lunedì  19 aprile. 

Zona arancione

La  Campania passa in zona arancione.  "Nessuno si dia alla pazza gioia", avverte in diretta Facebook il governatore Vincenzo De Luca. Calabria e Sicilia restano in zona arancione.

Anche  Emilia Romagna, Marche e Veneto restano in zona arancione, ma  già ora hanno i parametri da zona gialla.

Anche la Toscana da domani - sabato 17 - alle 14 passa tutta in zona arancione, comprese Firenze e Prato e diversi comuni che erano rossi.   

Zona rossa

In zona rossa rimangono, in base al monitoraggio, Puglia, Val d'Aosta e Sardegna.

Quasi giallo

Non entreranno lunedi' prossimo in fascia gialla, perché come noto è stata sospesa fino a fine mese, ma sono ben 16, stando al monitoraggio della cabina di regia messo a punto oggi, le Regioni che hanno numeri da giallo, e che quindi possono ambire, ovviamente improvvisi peggioramenti permettendo, alla zona gialla "rinforzata" a partire dal 26 aprile, con i ristoranti aperti la sera e la ripartenza di sport e spettacolo. Si tratta delle Regioni con indice Rt non superiore a 1, con una classificazione complessiva del rischio bassa o moderata e uno scenario di trasmissione 1 (dove 3 è  quello più grave, da rosso): sono Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Provincia di Trento, Provincia di Bolzano, Toscana, Umbria e Veneto. 

 

Ristoranti aperti a pranzo a maggio: ecco le nuove regole (video)

image

 In pochi si infettano nuovamente dopo il vaccino anticovid, negli Usa solo lo 0,01% (video)

image

 

E dal 26 aprile, ha annunciato  Mario Draghi, torneranno le zone gialle.