Toscana in zona arancione
Toscana in zona arancione

Firenze, 16 aprile 2021 -  Confermato, la Toscana rimane in zona arancione anche la prossima settimana. Lo rende noto la Regione spiegando che tornano in arancione, dalle 14 di domani, anche le province di Firenze e Prato, che erano rimaste rosse dalla settimana scorsa. 

Nella nota diffusa dalla Regione si spiega che "la Toscana, per atto del ministro della Salute Roberto Speranza, rimane in zona arancione anche la prossima settimana. Sentito lo stesso ministro della Salute ritornano in zona arancione, dalle ore 14 di sabato 17 aprile come indicato nell'ultima ordinanza" oltre alla Città metropolitana di Firenze e la provincia di Prato anche i comuni di San Miniato, Montopoli in Val d'Arno, Santa Croce sull'Arno, Castelfranco di Sotto, che ricadono nel territorio della provincia di Pisa ma sono compresi nella zona socio sanitaria Valdarno Empolese Valdelsa, e ancora Poggibonsi, San Gimignano, Colle di Val d'Elsa, Casole d'Elsa, Radicondoli, nel Senese, ma facenti capo alla zona socio sanitaria Alta Valdelsa. Oggi, precisa la Regione, si è riscontrata in Toscana una consistente riduzione dell'occupazione dei posti letto Covid in ospedale con meno 77 posti letto non intensivi e meno 8 posti letto intensivi. Sono contemporaneamente circa 964.000 le dosi di vaccino somministrate in Toscana.

Il presidente della Regione Giani ha sottolineato  che oggi si è riscontrata in Toscana "una consistente riduzione dell'occupazione dei posti letto Covid in ospedale con -77 posti letto non intensivi e -8 posti letto intensivi".

Sono contemporaneamente circa 964mila le dosi di vaccino somministrato in Toscana. E c'è stata una  buona risposta tra coloro che hanno più di 80 anni rispetto ai sistemi di prenotazione e informazione resi disponibili dalla Regione. Oggi oltre 1.800 over 80 si sono prenotati sul portale web: un migliaio direttamente, 820 assistiti dagli operatori del nuovo numero verde, il 'Pronto vaccino' che nella prima giornata di funzionamento, oggi, ha ricevuto oltre 2.000 chiamate.