Viareggio, 20 maggio 2018 - "Orizzonte", l’XP 44 di Paolo Bertazzoni, è il vincitore del XXIII Trofeo Challenge "Ammiraglio Giuseppe Francese".

Imponendosi nella classifica Overall, il socio del Club Nautico Versilia (in equipaggio con Nicola Ardito, Martino Giannini, Michele Salone, Angelo Costa, Rino De Angeli e Francesco Adamo) si è, infatti, aggiudicato il trofeo, consegnato dal direttore marittimo della Toscana, contrammiraglio Giuseppe Tarzia, dal presidente del Club Nautico Versilia Roberto Brunetti e dalla figlia dell’ammiraglio Francese, Federica.

Con la cerimonia conclusiva, svoltasi alla presenza di numerose autorità civili e militari, è calato definitivamente il sipario sull’edizione 2018 del tradizionale appuntamento organizzato dal Club Nautico Versilia per ricordare un uomo che tanto ha dato alla Versilia e alla città di Viareggio dove ha svolto per numerosi anni servizio d’Istituto alla Capitaneria di Porto, e al quale sono legati da affetto e amicizia molte personalità, tanti soci del club e in particolare il presidente Brunetti e il vicepresidente, l'ammiraglio Marco Brusco, suo assistente quando era comandante generale.

Una ventina gli equipaggi scesi in acqua. Nel week end del 5 e 6 maggio, una giornata nuvolosa caratterizzata da vento in partenza sui 6/9 nodi, sostenuto fino sera ma poi calato in quanto le nuvole non avevano permesso alla termica di entrare come di consuetudine, aveva permesso il regolare svolgimento della regata costiera per le barche d’Altura ORC International, ORC Club, Gran Crociera e Open (articolata sul percorso Marina di Carrara-Isola del Tino- Luminella (Livorno)- Marina di Pisa), e della regata e veleggiata per gli yacht d’epoca e per le vele storiche con percorso Marina di Carrara-Isola del Tino-Viareggio.

Tante le novità di questa edizione che ha avuto una rilevanza e una partecipazione ancora maggiore delle precedenti grazie anche al capillare lavoro del Direttore Sportivo del CNV, Danilo Morelli, impegnato nel ridare vigore alle Regate d’Altura del sodalizio viareggino: il coinvolgimento delle vele d’epoca e storiche, la partenza da Marina di Carrara, l’inserimento come tappa delle due nuove iniziative -il Trofeo Altura Comitato Circoli Velici Versiliesi e il 1° Trofeo Artiglio per le vele d’epoca e storiche-, e la premiazione (solitamente organizzata al termine della regata, ma quest'anno posticipata per consentire al CNV di essere componente essenziale della seconda edizione del Versilia Yachting Rendez-vous, mettendo a disposizione dell’evento 70 posti barca e la sala lettura che ha ospitato la sala stampa del VYR) hanno sicuramente contribuito a rendere ancora più interessante questa manifestazione.

Ottimo come sempre il lavoro del Comitato di Regata composto dal presidente Franco Benito Manganelli e da Mario Simonetti, Elisabeth Kuffer, Stefano Giusti, Luigi Porchera e Danilo Morelli.

Nel corso della cerimonia conclusiva, oltre ad Orizzonte (premiato anche con la Targa ricordo del Comando Generale delle Capitanerie di Porto), sono stati premiati anche il primo classificato della Classe Open (Stregata di Marco Buchignani), il vincitore della Classe Orc Gran Crociera Ita 16905 Marta III di Patrizia Martini, e i primi tre Orc (al primo classificato Orizzonte la Coppa del Capo di Stato Maggiore della Difesa e la Coppa CNV, al secondo Gitana del presidente della SVV Paolo Insom il Trofeo del Capo di Stato Maggiore Marina Militare e la Coppa CNV, e al terzo Ita 14970 Bertilla del presidente del CVM Andrea Parenti la Coppa LNI e la Coppa CNV).

Per quanto riguarda le vele classiche e d’epoca, sono stati, invece, premiati il vincitore della Categoria Spirit Of Tradition Ismaele di Carlo Cubattoli e il secondo classificato 2Mà di Roberto De Domenicis e Matteo Taddei.

Premiato anche il vincitore delle Vele Classiche e d’epoca Chaplin della Marina Militare (affidata al CF Giuseppe Parrini e al luogotenente nocchiere Michele Renna), il secondo classificato Ilda di Patrizia Cioni e il terzo classificato Onfale armato da Nicola Bocci, figlio di Giovanna Falco.