Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Elezioni, terremoto Pd. Si dimette Guidi. "Io a disagio, preferisco lasciare"

Il segretario comunale se ne va anche a seguito del flop elettorale

Ultimo aggiornamento il 11 marzo 2018 alle 07:36
Nella foto piccola Filippo Guidi

Viareggio (Lucca), 11 marzo 2018 - Terremoto nel Pd viareggino, dove l’onda lunga del disastro elettorale alle elezioni politiche di domenica scorsa continua a lasciare strascichi. L’ultimo sconquasso arriva direttamente dalla segreteria con le dimissioni irrevocabili rassegnate da Filippo Guidi, fino a ieri mattina al timone dei democratici.

"Ho deciso di dimettermi in maniera irrevocabile da segretario del Partito Democratico di Viareggio – scrive Guidi – E’ finita da tempo in me la voglia e la passione nel fare politica. E’ tramontata l’unica molla che ti può spingere a sacrificare molte ore della tua giornata prosciugandoti quasi tutte le energie fisiche e psicologiche, che invece dovresti dedicare al lavoro e alla famiglia. Già prima dell’inizio della campagna elettorale avevo più volte meditato su questa eventualità e oggi (ieri per chi legge; Ndr), dopo alcuni giorni di riflessione personale postelettorale, sono arrivato a questa inevitabile e dolorosa conclusione. Naturalmente i risultati dell’ultima tornata elettorale, molto negativi per il mio partito, hanno aumentato questa mia personale sensazione di disagio e di difficoltà ed ho quindi deciso di prendere questa decisione".

Risultati negativi, è vero. Ma comunque meno drammatici rispetto al resto della Versilia: il Pd viareggino, con il suo 21,8% di voti ottenuti per la Camera, è ampiamente al di sopra della media nazionale (18,7%), tra i sette comuni versiliesi è dietro solo a Forte dei Marmi (21,9%) e viaggia tra i 2 e i 4 punti percentuali sopra realtà come Massarosa, Seravezza, Camaiore e Stazzema. Non abbastanza, in ogni caso, per scongiurare le «riflessioni» di Guidi. «Penso che Il Pd di Viareggio abbia davanti a sé un periodo piuttosto lungo di tregua elettorale in cui sono certo saprà trovare al suo interno una guida forte ed autorevole per i prossimi anni – continua – Ringrazio tutti gli amici e i compagni che mi hanno accompagnato ed aiutato in questo difficile percorso. Il ringraziamento più grande va naturalmente a tutti coloro che hanno fatto parte della segreteria e che sono stati sempre al mio fianco aiutandomi in tutti i passaggi più complessi. Abbiamo fatto molti errori insieme, ma anche molte cose buone che credo saranno utili nei prossimi anni. Chiedo infine al segretario territoriale, a tutta la segreteria e all’assemblea comunale di guidare i prossimi passaggi politici che porteranno all’individuazione di un nuovo segretario. Ringrazio infine il capogruppo Luca Poletti, persona onesta, trasparente e leale».

E proprio Poletti ha commentato a caldo le dimissioni del suo compagno di partito. "Le dimissioni di Guidi da segretario mi hanno colto di sorpresa – le sue parole – e non nascondo il tentativo che molti di noi hanno fatto per farlo ritornare sui suoi passi, purtroppo senza successo. Lo voglio ringraziare per l’impegno e la passione che ha messo nello svolgere il ruolo di segretario e per il sostegno che mi ha sempre dimostrato. Voglio anch’io ribadire tutta la mia stima nei suoi confronti, nella speranza che continui a svolgere un ruolo nel partito in un momento non facile alla luce del risultato elettorale".

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.