Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Camaiore, la nuova giunta si tinge di rosa. Al Pd cinque assessori su sette

Pierucci è il vice mentre la presidenza del consiglio va a Favilla

Ultimo aggiornamento il 21 giugno 2017 alle 20:13
Il sindaco Alessandro Del Dotto con la nuova squadra di assessori

Camaiore (Lucca), 22 giugno 2017 - Ufficializzata la nuova giunta comunale: un buon compromesso, la quadratura del cerchio specie per le quote rosa e in genere per le deleghe tutte. Il sindaco Del Dotto tiene per sé cultura e turismo ed entrano tre figure femminili. Andrea Favilla sarà il presidente del consiglio comunale. A dieci giorni esatti dalla rielezione, sono state conferite dal sindaco le deleghe alla squadra degli amministratori: sono del Pd cinque su sette e tre sono donne.

Ad Alessandro Del Dotto restano Turismo, Cultura, Demanio, Agricoltura oltre a Definizione dei progetti di iniziativa pubblica o privata per la valorizzazione di aree strategiche del territorio, monitoraggio, indirizzo e determinazione delle politiche comunali nel contesto delle politiche strategiche versiliesi, rappresentanza legale dell’ente, Affari generali, Patrocini e contributi per iniziative pubbliche o private, Contenziosi e transazioni del Comune, e tutte quelle non espressamente attribuite ad altri.

Riconfermato vicesindaco Marcello Pierucci con deleghe a Lavori Pubblici e Polizia Municipale.

Carlo Alberto Carrai di ‘Camaiore nel cuore’ mantiene Attività produttive e Protezione Civile e Sandra Galeotti, stessa lista, Pubblica Istruzione e Gemellaggi.

Ad Anna Graziani le Politiche Sociali e a Simone Leo il Governo del Territorio e la Gestione delle Partecipate.

Marco Mecchi mantiene la Programmazione Economica e Finanziaria e aggiunge il Personale.

Alla giovane Sara Pescaglini vanno Ambiente e Sport.

Per la presidenza del consiglio la coalizione è confluita sulla candidatura del consigliere di Sinistra Unita Progetto Comune Andrea Favilla, che sarà nominato durante la prima seduta del consiglio prevista per lunedì 3 luglio.

A seguito dell’entrata in giunta di cinque consiglieri eletti (Pierucci, Pescaglini, Graziani, Carrai e Galeotti) sono state disposte le surroghe; subentrano Angelo Benedetti, Patrizia Gemignani e Federica Maineri per il Pd; Michela Rugani e Marco Lunardelli per Camaiore nel Cuore.

L’unica delega consiliare assegnata dal primo cittadino vede la riconferma di Graziano Dalle Luche al settore “Manutenzioni e Decoro”.

Entrano quindi Graziani e Pescaglini per la prima volta: così il Pd, uscito vincitore come partito della coalizione di centro sinistra, governa Camaiore con la ‘bilancia’ pezziniana di Carrai e Galeotti e con la carica istituzionale super partes di Favilla che dovrà moderare un consesso caratterizzato da un’opposizione più variegata rispetto alla prima consiliatura. L’ex sindaco Giampaolo Bertola sederà tra i banchi con Francesco Ceragioli dei 5 Stelle e Marco Daddio di Passione& Idee oltre ad altri consiglieri del centro destra bertoliano. Del Dotto ha anche annunciato un coinvolgimento dell’ex assessore di FdS Andrea Carrara nel settore sociale per coadiuvare la Graziani, e di Olga Rita Rovai, ex assessore alla cultura, per un fattivo contributo nelle manifestazioni del settore. Lo staff sarà ancora formato da Daniela Lucchesi per la segreteria e da Cristiano Bartelloni e Andrea Freddolini per l’ufficio stampa. Probabile l’ingresso dell’ex delegato allo sport Francesco Santini di Sinistra Unita-Progetto Comune, ma per adesso la voce è solo ufficiosa. Anche perché potrebbe esservi un avvicendamento di ruoli. Altre deleghe verranno assegnate a tempo: il sindaco ha infatti spiegato che dovranno essere funzionali a singoli progetti da portare a termine. Una di queste, più duratura, quasi certamente a Gloria D’ Alessandro, ex presidente della Commissione pari opportunità. Capogruppo piddino sarà Fabrizio Maggi, già nello stesso ruolo per quattro anni prima della Pescaglini.

Isabella Piaceri

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.