Una processione per la dose di coca. E gli agenti arrestano lo spacciatore

Ad insospettire i poliziotti è stato l’intenso via vai fuori e dentro la Pineta. Denunciato anche un 58enne

Una processione per la dose di coca. E gli agenti arrestano lo spacciatore

Una processione per la dose di coca. E gli agenti arrestano lo spacciatore

L’ombra che si allarga intorno alle Pinete offre un respiro prezioso, ma anche riparo naturale per i mercanti di droga. Ed è qui, dove si consumano i giorni spensierati dei bambini e le notti inquiete di chi i pensieri tenta di cancellarli con una dose, che ciclicamente si concentrano i controlli delle forze dell’ordine, nell’ambito delle attività di contrasto allo spaccio degli stupefacenti.

E agli agenti del Commissariato di Viareggio, la notte scorsa, è bastato seguire con uno sguardo la processione rapida che si muoveva dentro e fuori dalla Pineta di Ponente, tra via Marco Polo e via Zara, per capire. Per ipotizzare che là dentro, nella penombra, fosse attivo il solito giro. E allora insistendo nel controllo gli operatori sono riusciti a notare un uomo che passava da un riparo all’altro, che occultava piccole confezioni per poi cederle in cambio di qualche banconota all’acquirente di turno. Così, appena si è presentata l’occasione di poter effettivamente accertare la cessione di droga, i poliziotti hanno tentato di bloccare l’uomo che, a quel punto, ha provato a fuggire.

Ma senza successo: dopo un breve inseguimento gli agenti sono riusciti a fermare ed arrestare il pusher. Si tratta di un ventisettenne, H.S. le sue iniziali, originario del Marocco e in Italia senza fissa dimora. Nella sua disponibilità sono stati trovati, e dunque sequestrati, 21 grammi di hashish, 22 grammi di cocaina e circa 325 euro divisi in banconote di piccolo taglio. Per questo, con l’accusa di spaccio, ieri mattina il giovane si è presentato per una direttissima di fronte al giudice del Tribunale di Lucca.

E sempre nell’ambito dei controlli antidroga, la scorsa notte è scattata anche una denuncia a carico di un 58enne, originario dell’Algeria, che abitualmente si muove tra piazza Viani e la Chiesina dei pescatori e che aveva destato qualche sospetto ai poliziotti. L’uomo è stato trovato in possesso di 240 euro in banconote di piccolo taglio e di due confezioni di cocaina. E per la detenzione ai fini di spaccio è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria.

Red.Viar.