Il presidente viareggino Pietro Guardi aspetta di conoscere i dettagli dell’ordinanza della Capitaneria

Viareggio, 11 settembre 2018 - Impressioni di settembre. Qualche balneare ha già cominciato ad ‘alleggerire’ le file ordinate di ombrelloni, la spiaggia sta iniziando impercettibilmente a sfiorire. «Ma, sdraio più sdraio meno, fino a domenica – ricorda il vicecomandante della Capitaneria di Porto, Federico Giorgi – è stagione balneare a tutti gli effetti. Dunque in riva al mare dovranno essere garantiti tutti i servizi, come d’agosto, compresa ovviamente la sorveglianza di mare e piscine. E i nostri controlli sulla battigia sono e resteranno serrati». Poi, da lunedì, si aprirà un’altra stagione solare: più discreta, e per questo forse anche più affascinante. Da lunedì infatti si inaugura l’autunno balneare, visto che la stagione dei bagni potrà protrarsi fino al 30 ottobre.

Entro il fine settimana la Capitaneria fornirà infatti i dettagli della nuova ordinanza che disciplina il prolungamento della stagione balneare; in particolare saranno definite le delicate normative inerenti all’obbligo del servizio di salvamento per i bagni che intendono rimanere aperti fino all’ultimo tuffo. Almeno fino a quando l’estate, quella climatica, lo permetterà. Perché se da regolamento regionale i bagnini devono rimanere obbligatoriamente di vedetta dal 15 giugno al 15 settembre, è anche vero che le vacanze ormai sono cambiate e non hanno più vincoli e scadenze. Né per gli operatori e neppure per i turisti. Giugno, luglio e agosto non garantiscono più il pienone, né gli incassi, di una volta. E ormai un italiano su cinque per le sue vacanze opta per il mese pre-autunnale, così rivela un’indagine di Federalberghi. «Per intercettare questa fetta di turismo – dice Pietro Guardi – è importante che le strutture balneari garantiscano servizi adeguati, come importante è una programmazione di attività al di là del mare. Comunque fino alla fine del mese – aggiunge il presidente dei balneari viareggini – praticamente tutti i bagni della città resteranno aperti. E per la maggior parte con l’attività di sorveglianza della spiaggia garantita». Sono all’incirca venti invece gli stabilimenti che hanno inoltrato alla Capitaneria la volontà di allungare ufficialmente la stagione balneare fino ad ottobre, o almeno fino alla prima metà del prossimo mese. «Tutti nel cuore della Passeggiata – aggiunge Guardi –. A gruppi di tre, quattro o cinque bagni hanno dichiarato la volontà di formare delle isole di sorveglianza per continuare a garantire una postazione fissa con bagnino». Sì, perché l’ordinanza della Capitaneria, tenendo conto dei flussi di bagnanti ridotti, dopo il 15 settembre consente ai bagni di consorziarsi con l’obbligo di garantire rigorosamente un bagnino ogni duecento metri, al massimo uno per cinque stabilimenti. «Tecnicamente – conclude Guardi – non cambierà molto rispetto agli ultimi anni, ma è importante che inizi a passare il messaggio che a Viareggio, così come in Versilia, l’estate non finisce. E finché c’è il sole c’è tempo per un bagno... sicuro e confortevole».

Martina Del Chicca