Il centrodestra scende in piazza anche a Viareggio. Ieri mattina alle 11 Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia hanno dato infatti appuntamento a sostenitori e simpatizzanti in piazza Campioni. Presenti anche delegazioni del partilo liberale e della formazione politica che fa capo a Giovanni Toti, ‘Cambiamo’, oltre ad esponenti di alcune liste civiche che si sono formate in vista delle elezioni comunali. Nessuna bandiera di partito a sventolare, solo il tricolore. Che molti dei partecipanti avevano stampato sulle mascherina o su alcuni cartelli tenuti in mano...

Il centrodestra scende in piazza anche a Viareggio. Ieri mattina alle 11 Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia hanno dato infatti appuntamento a sostenitori e simpatizzanti in piazza Campioni. Presenti anche delegazioni del partilo liberale e della formazione politica che fa capo a Giovanni Toti, ‘Cambiamo’, oltre ad esponenti di alcune liste civiche che si sono formate in vista delle elezioni comunali. Nessuna bandiera di partito a sventolare, solo il tricolore. Che molti dei partecipanti avevano stampato sulle mascherina o su alcuni cartelli tenuti in mano durante la manifestazione. I partecipanti, disposti per file, per rispettare le norme sul distanziamento occupavano più di metà della piazza. Tra questi anche il sindaco di Massarosa Alberto Coluccini, oltre ad esponenti locali e nazionali dei tre partiti.

"Stiamo vivendo un momento serio e difficile - affermano Massimo Mallegni e Maurizio Marchetti di Forza Italia - per questo noi come centrodestra abbiamo voluto dimostrare la nostra vicinanza in maniera seria e composta alle tante persone che non stanno vivendo questo periodo nel migliore dei modi, come chi ha un’attività. Siamo al fianco di chi oggi è sceso in piazza con il tricolore, cantando l’inno nazionale".

"Questa giornata assume per noi - commenta l’onorevole Riccardo Zucconi di Fdi - una doppia valenza. Non solo festeggiamo la nostra repubblica, ma anche la rinascita per il nostro paese dopo un periodo drammatico. Una rinascita paragonabile a quella dell’Italia del Dopoguerra. Allo stesso tempo celebriamo anche gli italiani che si sono comportanti in maniera egregia in questi mesi ma che, di contro, aspettano ancora risposte dal governo. Risposte che tardano ad arrivare. Basti pensare ai ritardi nei prestiti alle imprese, ai provvedimenti a pioggia che non risolvono i problemi. Per non parlare degli stagionali, una categoria dimenticata".

"Siamo molto soddisfatti - afferma Massimiliano Baldini della Lega - è una manifestazione riuscita e partecipata, nel rispetto delle regole e del distanziamento. Il nostro pensiero va oggi al significato del 2 giugno ma anche a chi purtroppo ha patito di più le conseguenze del coronavirus. Imprese e famiglie che ora vogliono tornare alla normalità. A queste persone il governo non sta rispondendo con gli atti necessari per il rilancio economico e la tenuta sociale". "L’orgoglio italiano è sceso in piazza anche a Viareggio - scrive Andrea Recaldin, commissario provinciale del Carroccio - Tutta la provincia di Lucca ha preso parte alla manifestazione che si è svolta a Viareggio. In tutta sicurezza, rispettando i protocolli sanitari necessari, la Lega, insieme agli alleati di Fratelli d’Italia, Forza Italia e le forze civiche del territorio, è scesa in piazza non contro qualcosa o qualcuno ma per dimostrare che c’è ancora chi, in questo Paese, crede nel futuro".

A.G.