Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Salvini: "Mai più stragi impunite. Non voglio che Genova finisca come Viareggio"

Salvini a Viareggio ha incontrato l'associazione 'Mondo che vorrei' che riunisce i famigliari delle vittime della strage di Viareggio

Ultimo aggiornamento il 17 agosto 2018 alle 20:19
Salvini a Viareggio (foto Umicini)

Viareggio, 17 agosto 2018 - «A nome del Governo e da cittadino italiano voglio lanciare un segnale: 'Mai più stragi impunite'. Stiamo ancora scavando a Genova, dove qualcuno dovrà pagare per quei morti, feriti, sfollati, per quel disastro. Non voglio che vada a finire come a Viareggio che dopo nove anni rischiano di essere prescritti alcuni reati e non c'è ancora chi dovrebbe pagare per quei 32 morti innocenti. Per cui stragi impunite come a Viareggio non ne voglio più».

Lo ha detto il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini, a margine di un incontro a Viareggio, con l'associazione 'Mondo che vorrei' che riunisce i famigliari delle vittime della strage di Viareggio. Salvini, è stato ricordato, è il primo ministro dell'Interno a incontrare i famigliari delle vittime di Viareggio. E su Twitter, dopo l'incontro ha scritto: "Sono stato a Viareggio a incontrare alcuni famigliari delle vittime della strage del 2009. Marco quella notte ha perso la moglie e due bimbi, Daniela ha perso sua figlia. Cosa chiedono? Giustizia. Dopo nove anni nessuno ha ancora pagato, anzi molti dei colpevoli rischiano di farla franca. Chi sbaglia deve pagare, a Viareggio come a Genova. Ce la metterò tutta". 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.