Mostre a Palazzo Rossetti a Seravezza: un polo culturale

Palazzo Rossetti. Sarà un polo per mostre

Palazzo Rossetti. Sarà un polo per mostre

Ammonta a poco più di 310mila euro l’importo per i lavori dell’ultimo lotto su Palazzo Rossetti. La previsione prevede il recupero del secondo piano, per la parte di proprietà del Comune che comprende il fabbricato terra-tetto collocato su via Sant’Antonio, le due ampie sale del palazzo ed il vano di collegamento sovrastante la struttura voltata su via Sant’Antonio. Tra gli interventi previsti, il rifacimento e consolidamento dei solai in legno, dei soffitti, degli intonaci, sostituzione dei serramenti, realizzazione di impianto elettrico e di impianto termico, realizzazione di rete dati. "Un intervento per il quale stiamo cercando di reperire i finanziamenti - spiega il sindaco Lorenzo Alessandrini - anche attraverso il Ministero della Cultura con il quale siamo in contatto attraverso il sottosegretario Vittorio Sgarbi che, il mese scorso, ha visitato la mostra di Filadelfo Simi organizzata su tre sedi tra le quali proprio Palazzo Rossetti. Quella visita è stata anche l’occasione per illustrare a Sgarbi la volontà dell’amministrazione comunale di valorizzare questi spazi e ospitare mostre di livello". L’obiettivo della giunta Alessandrini è chiaro: accedere a finanziamenti per dare seguito a questo quarto e ultimo lotto, riqualificando un Palazzo perché possa divenire un nuovo e qualificato polo espositivo e ospitare anche gli uffici di rappresentanza del Comune. Due i lotti di interventi già eseguiti con il rifacimento di tetto e facciate, l’abbattimento delle barriere architettoniche con l’installazione di un ascensore, intervento realizzato col Parco Apuane che ha sede nel Palazzo. È in corso il terzo lotto col restauro del primo piano, sotto la vigilanza della Soprintendenza visto che sulle pareti si trovano tempere con la Metamorfosi di Ovidio, eseguite tra il ‘700 e l’800 da una scuola toscana.