Sup: ora va di moda andare sulla tavola da surf con la pagaia
Sup: ora va di moda andare sulla tavola da surf con la pagaia

Viareggio, 8 luglio 2018 - Spopolano il Sup, gli aperitivi al tramonto, fitness e i beach sport. Le novità sono il footvolley, il calciomercato in spiaggia e il karabeach, e resistono benissimo ai tempi moderni il burraco e il tressette, il surf e il cinema sulla spiaggia. E non tramontano i classici di un tempo, come i castelli di sabbia, le gare di biglie con circuiti sempre più sofisticati da far invidia a Formula 1 e Tour de France. Senza dimenticare il calcio tennis, i mitici “pali in mare” a riva (bagnino permettendo), dove si sono cimentati e si cimentano anche calciatori di serie A o ex glorie locali. L’estate versiliese 2018 è un’estate sempre più ricca di divertimento, servizi e cose da fare in spiaggia, ma non solo: i bagni organizzano anche escursioni in mare aperto e in montagna.

«UNA delle mode dell’estate, sia per grandi e piccini, è il Sup», dice Pietro Guardi, presidente dei balneari di Viareggio e titolare del Bagno Lelia sulla Terrazza. Sup sta per «stand up paddle», la tavola da surf su cui si sta in piedi e si spinge con una pagaia. Guardi prosegue: «I bagni offrono sempre più servizi, come i baby club per i bambini con giochi, animazione e sport. Quest’anno, grazie all’accordo con Versilia Discovery, mettiamo a disposizione dei clienti anche escursioni, come la visita al Santaurio dei cetacei, mountain bike sulle colline, e trekking e tour in montagna alla scoperta delle bellezze delle Apuane. Gli sport acquatici sono comunque i protagonisti, dato che 42 bagni a Viareggio hanno la piscina, con scuole di nuoto, acqua gym, fitness e ginnastica in acqua».

ALCUNI stabilimenti balneari sono dei veri e propri sport village: l’Andrea Doria a Torre del Lago è la capitale del beach volley e del beach tennis con lo stadio e decine di campi, il Flora in Passeggiata è il tempio del calcio in spiaggia con il Beach Stadium “Matteo Valenti” e diversi campi, anche da pallavolo. Ed è anche la sede del Viareggio Beach Soccer. In Darsena all’Arizona ci sono 6 campi di beach tennis e volley, dove insegnano i campioni Silva Storari ed Eugenio Amore. Ma gli sport da spiaggia impazzano in tutti i bagni del Vialone: all’Ernesta, al Mergellina e soprattutto al Marechiaro, dove è arrivata la novità (mutuata dalle performance di Bobo Vieri tra Miami e Formentera) del footvolley: il calcio tennis giocato con la rete da pallavolo: dopo le sfide Vip al torneo del Beach Club al Cinquale tra vecchie e nuove glorie del calcio italiano, i campi stanno spuntando come funghi. «E’ uno sport nato sulla spiaggia di Copacabana all’inizio degli anni ’60», spiegano gli organizzatori del torneo. L’affluenza ai campi è tale che i ragazzi aspettano il turno col nuovo «ping pong testa», una sfida a colpi di pallone sul tavolino, sotto le tende.

MA C’E’ ANCHE la conferma del grande schermo in spiaggia con «Cinemare Versilia» e «Lido Movie», arrivano il karabeach con il concorso di karaoke che si svolge nei bagni del Lido (finale al Vittorio Veneto) e il calciomercato dei dilettanti on the beach: la trasmissione televisiva «Palla al centro» si è infatti trasferita al Bagno Aeolus a Marina, un bagno pallonaro dove da anni si gioca in battigia il calcio tennis. Il seguitissimo programma sportivo toscano va in onda anche al Venezia a Lido. E come ogni estate, dopo l’aperitivo e la cena, è il momento dei beach party: da annotarsi quelli del Bagno Antonio a Tonfano con buffet e musica dal vivo, quelli del Teresita a Viareggio, il mercoledì al Bambubar a Fiumetto, le feste del Pennone al Forte (uno dei must è il mitico “White Party” l’ultimo sabato di agosto) e del Nikki Beach a Motrone.

Dario Pecchia