Viareggio, 14 giugno 2018 - «Un po’ accartocciato, ma è stabile e in buone mani». Così Martina ieri pomeriggio ha rassicurato tutti i clienti e gli amici del suo papà. Martedì sera, poco prima di mezzanotte, Luigi Pagani Caprili, è rimasto vittima di un incidente due notti fa. Un brutto incidente. Avvenuto appena fuori dal suo locale, l’Orsa di Gigi, in via Vespucci. Stava salendo sul suo scooter, ancora posteggiato a fianco della veranda, quando è stato travolto da un’auto che transitava da via Fratti proprio verso via Vespucci. Sulla dinamica sta indagando la Polizia Municipale, Luigi Pagani Caprili è stato accompagnato al pronto soccorso del Versilia in codice rosso.

La notizia, in un battibaleno, ha fatto il giro della città. Luigi, per tutti ‘Gigi’, è infatti il simbolo della Viareggio leggera e autentica. Occhiali calati sul naso; ciuffo, sale e pepe, come un’onda del mare; battuta pronta e il grembiule sempre annodato in vita. Come un oste. La sua Orsa però non è una trattoria, ma un bar che accoglie tutte le generazioni. Che vive dal tramonto fino a notte. E di cui Gigi è l’anima. A lui, e alla sua famiglia, l’abbraccio della nostra redazione.