Un momento della premiazione (Foto Umicini)

Viareggio, 28 agosto 2017 - Gianfranco Calligarich con «La malinconia dei Crusich», Bompiani; Stefano Carrai con «La traversata del Gobi», Aragno; e Giuseppe Montesano, «Lettori selvaggi», Giunti, sono i vincitori dell'88/ma edizione del Premio Viareggio-Rèpaci, presieduto da Simona Costa, rispettivamente nelle sezioni narrativa, poesia e saggistica. Il Premio Viareggio, che compie 88 anni, ha affrontato quest'anno un'edizione speciale in omaggio al politico e filosofo Antonio Gramsci, con la commemorazione dei 70 anni dall'assegnazione del riconoscimento alle sue «Lettere dal carcere». Alla premiazione era presente anche il direttore de La Nazione, Francesco Carrassi. 

false

Sopra, il direttore de La Nazione Francesco Carrassi sul palco

L'appuntamento della premiazione è stato preceduto da un convegno intitolato «Antonio Gramsci tra letteratura e politica». Gli altri finalisti del Premio « Viareggio-Répaci» sono per la Narrativa Mauro Covacich, «La città interiore», La nave di Teseo; Donatella Di Pietrantonio, «L'Arminuta», Einaudi. Per la Poesia: Franco Arminio, «Cedi la strada agli alberi», Chiarelettere; Paolo Lanaro, «Rubrica degli inverni», Marcos y Marcos. Per la Saggistica: Francesco Paolo de Ceglia, «Il segreto di san Gennaro», Einaudi; Sandro Pazzi, «La donazione dimenticata. L'incredibile vicenda della Collezione Contini Bonacossi», Mondadori Electa.