Alcuni uffici del Comune di Viareggio: dall’anno nuovo è previsto l’avvio di assunzioni per diversi profili
Alcuni uffici del Comune di Viareggio: dall’anno nuovo è previsto l’avvio di assunzioni per diversi profili

Viareggio, 8 novembre 2018 -  «Da grande? Voglio fare il posto fisso». In una battuta si condensa l’ambizione del 28% degli italiani, che nel pubblico impiego cercano la rassicurante stabilità. E per chi sogna un’occupazione garantita, comprensibile in questo frullatore di precarietà, tornano ad aprirsi – dopo il blocco del turn over imposto dal dissesto – le porte del Comune di Viareggio, che già per il 2019 mette in preventivo diciassette assunzioni a tempo indeterminato, e quattro a tempo determinato. La giunta Del Ghingaro ha infatti approvato il piano triennale delle assunzioni per compensare i pensionamenti, diciotto quelli complessivi attualmente previsti entro il 2021, e rinforzare le strutture con nuove figure tecniche. Due assunzioni saranno riservate alle categorie protette nell’ambito del settore cultura per garantire l’attività operativa di apertura e sorveglianza dei musei.

«Assunzioni indispensabili per garantire un minimo livello di efficienza operativa – si legge nell’atto – e in mancanza delle quali l’Ente sarà costretto alla paralisi trovandosi da tempo, ed oramai ad un livello insostenibile, a dover tamponare provvisoriamente il fabbisogno di personale solo grazie alla disponibilità e all’assunzione di responsabilità da parte del personale presente, anche al di là delle proprie competenze».

Attualmente il Palazzo di piazza Nieri e Paolini conta 519 dipendenti, quattro in meno rispetto alla dotazione organica rideterminata dall’amministrazione commissariale dopo il fallimento del Comune. Tenuto conto che la spesa complessiva per il personale prevista dal piano triennale per il 2019 è di 11milioni 533 mila euro, e dunque dentro i parametri previsionali del il 2018, l’amministrazione ritiene sostenibile e dunque prevede l’assunzione di 1 dirigente per l’Area economica ex articolo 110 (attraverso selezione interna in corso di perfezionamento); 1 educatore per la scuola dell’infanzia da assumere mediante mobilità; l’aumento di prestazione da 18 a 30 ore a settimana per 1 assistente amministrativo. Potrebbero essere messi a concorso, dopo l’espletamento della procedura di mobilità, già nei prossimi mesi 5 posti per specialisti amministrativi categoria D; altri 5 per esperti amministrativi categoria C; 1 posto da agente della polizia municipale.

Tra i profili  professionali a tempo determinato l’amministrazione per il 2019 cerca un esperto in attività di informazione e comunicazione; 1 educatore per scuola dell’infanzia (durata contratto 6 mesi); e 1 insegnante di religione su nomina della Curia (per dieci mesi). Per il 2020 il piano delle assunzioni prevede ulteriori 2 posti per specialisti amministrativi e 2 per assistenti sociali, altri 2 assistenti sociali per il 2021. La nostra stagione di caccia al posto fisso è ufficialmente aperta...

Martina Del Chicca