Massarosa (Lucca), 13 maggio 2018 - Dopo ore di ricerche i subacquei dei vigili del fuoco hanno ritrovato il cadavere dell'uomo caduto nel lago Massaciuccoli dopo il rovesciamento della barca dove si trovava con un amico che si invece si è salvato. 

Il corpo era sul fondale, non troppo lontano dal punto dell'incidente. Secondo quanto risulta, la vittima si chiamava Carlo Tambellini, aveva 46 anni ed abitava a Bozzano (Lucca). Secondo una prima ricostruzione fra le cause del rovesciamento dell'imbarcazione potrebbe esserci il meteo: vento e pioggia avrebbero fatto finire in acqua i due uomini.

Mentre l'amico superstite, 45 anni di Massarosa, è riemerso subito dall'acqua, l'altro non ce l'ha fatta. Da prime informazioni sembra che alla guida del barchino ci fosse la vittima, che risulta anche proprietario del piccolo natante. L'amico superstite avrebbe detto ai soccorritori che improvvisamente il barchino si è rovesciato e che entrambi sono finiti in acqua. Ha cercato subito l'altro ma non vedendolo riemergere ha dato l'allarme al numero di emergenza della capitaneria di porto. Sul posto, oltre ai pompieri, sono andati i sommozzatori e i carabinieri. Questi ultimi hanno sequestrato l'imbarcazione per gli accertamenti.