I soccorsi
I soccorsi

Viareggio, 14 agosto 2019 - Era riverso in un campo incolto della periferia, il suo sangue sull’erba mescolato alle gocce di rugiada. Era da poco passata l’una di notte, lunedì, quando un passante ha notato un giovane corpo adagiato appena oltre i margini della via del Mare, che dal Cotone si collega al Campo d’Aviazione.

Non c’era nessuno intorno, solo un motorino ammaccato. Nessuno sa per quanto tempo quel ragazzo sia rimasto steso a terra. Senza sensi. Ed è terribile anche solo immaginare cosa sarebbe potuto accadere se nessuno lo avesse notato, se quell’automobilista si fosse distratto e non si fosse fermato per chiamare i soccorsi. Adesso uno studente viareggino di appena 17 anni si trova ricoverato nel reparto di rianimazione del Versilia, dopo un intervento urgente. Ha un trauma toracico, fratture alle vertebre e agli arti. La prognosi è riservata. 

Stava per imboccare il cavalcavia, per tornare a casa, alle porte della Darsena, quando è accaduto qualcosa. Qualcosa da ricostruire. Un incidente, di cui al momento non si conosce la dinamica. Potrebbe aver fatto tutto da solo, oppure essere stato urtato da qualcuno che poi non si è fermato per i soccorsi. Dovranno appurarlo gli inquirenti. Per il momento le uniche certezze cominciano con la richiesta d’aiuto al 118, intorno all’una di notte; quindi la corsa al pronto soccorso del Versilia.