Il caos provocato dal Suv in centro a Forte dei Marmi
Il caos provocato dal Suv in centro a Forte dei Marmi

Forte dei Marmi, 7 luglio 2019 - Cannabis e medicinali. Un mix diabolico che avrebbe creato il totale stato di confusione del quarantenne fiorentino conducente del Range Rover nero che venerdì sera ha letteralmente scatenato il panico nel centro di Forte dei Marmi. Per il giovane – adesso ricoverato in psichiatria – è scattata la denuncia per guida sotto effetto di stupefacenti e per l’altra violazione al codice della strada: non aver rispettato la zona a traffico limitato. Civilmente dovrà poi rispondere dei danni arrecati. Gli uomini del commissariato, che sono riusciti a bloccarlo dopo un lungo inseguimento fino a Gallena, hanno provveduto al sequestro del mezzo, al ritiro della patente, e hanno inviato una informativa all’autorità giudiziaria per le valutazioni del caso. Tra l’altro il quarantenne in passato è già stato oggetto di sospensione della patente nel suo Comune di residenza, sempre per guida in stato di alterazione. All’interno del suv gli agenti hanno rinvenuto anche un’accetta e un martello. Oltre alla presenza del piccolo cane barboncino che nella lunga serata di folle scorribanda è rimasto a bordo del mezzo ed è stato poi riconsegnato (fortunatamente sano e salvo) ai familiari dell’uomo. Quella che pareva una normale serata di passeggio e shopping in centro a Forte dei Marmi si è trasformata in un incubo per le tante persone presenti. Intorno alle 20 il Range Rover all’altezza dell’hotel Goya ha imboccato la ztl e proseguito a folle velocità per via Carducci e poi per la via Mazzini, passando di fronte alle scintillanti vetrine dello shopping.

I passanti. spaventati e sbigottiti sono fuggiti e c’è chi ha iniziato a urlare per quella scena da film. Il suv ha continuato la marcia fino a schiantarsi contro il semaforo di via Spinetti, abbattendolo. Il quarantenne ha ingranato la retromarcia e ha ripreso la scorribanda in direzione della via Provinciale, mentre la polizia si metteva all’inseguimento. Il giovane ha imboccato via Alpi Apuane e si è diretto verso Corvaia, poi ha terminato la corsa a Gallena, dove si è schiantato contro il portone dell’abitazione della famiglia Paoli. A quel punto gli uomini del commissariato sono riusciti a bloccarlo: il giovane era completamente fuori di sè, in totale stato confusionale. Mentre il piccolo barboncino era seduto a fianco. Il conducente – da alcuni giorni in villeggiatura a Forte dei Marmi assieme ai familiari, proprietari di una villa – è risutato negativo all’alcoltest ma positivo alla cannabis.

Francesca Navari