Un vigile urbano in spiaggia
Un vigile urbano in spiaggia

Forte dei Marmi, 20 giugno 2019 - Il sindaco ha già contattato il prefetto per cercare soluzioni alla crescente aggressività dei venditori extracomunitari in spiaggia. Dopo l’episodio di violenza riferito da La Nazione, che si è consumato l’altro giorno nel parcheggio di uno stabilimento tra un senegalese e tre agenti di polizia municipale, la faccenda si è infatti ripetuta.

Nel pomeriggio i vigili sono intervenuti alla spiaggia comunale attrezzata di Levante sempre per la presenza di venditori abusivi: che hanno reagito ancora una volta in malo modo, stavolta tirando sabbia e sedie. Momenti di paura sull’arenile, contenuti grazie all’atteggiamento controllato dei vigili.

«Il progetto sicurezza si sta svolgendo grazie anche al contributo ministeriale inerente nello specifico la spiaggia, con la consueta attenzione dello scorso anno – comunica l’amministrazione – e già dall’inizio della stagione la polizia municipale ha effettuato numerosi sequestri. Il fenomeno dell’abusivismo commerciale sulla spiaggia pare drasticamente diminuito e forse è per la pressante attenzione della polizia municipale che alcuni venditori extracomunitari hanno avuto reazioni anche esasperate, come successo in uno stabilimento balneare in cui alcuni abusivi hanno addirittura lanciato sabbia e attrezzatura da spiaggia verso gli agenti prima di essere allontanati. Evidentemente a causa della difficoltà talvolta si radunano in piccoli gruppi. Il sindaco ha preso contatti con il Prefetto e con rappresentanti delle forze dell’ordine per valutare le problematiche che certamente non vanno sottovalutate. Resta fondamentale il sostegno ai nostri agenti e ricordiamo quanto sia da evitare, per non incorrere in pesanti sanzioni, l’acquisto di prodotti contraffatti».

Ad esprimere solidarietà alla municipale è la Lega di Forte dei Marmi che invoca la necessità di dotare il personale di spray al peperoncino per potersi difendere. «Il sindaco e l’assessore Mazzoni proclamano che l’abusivismo commerciale è risolto, ma evidentemente così non è – tuona il capogruppo in consiglio, Gianpaolo Bramanti – posteggiatori e venditori la fanno da padroni nel paese. Prova ne è che la somma raccolta come sponsorizzazione alla sicurezza si è dimezzata rispetto alla passata estate: quindi non c’è stato il consenso generale. Solo i balneari hanno aderito compatti per garantire, con poche centinaia di euro, un servizio stagionale di sorveglianza.

La vergognosa aggressione subita dalla municipale rende chiara la situazione: i vigili assunti per il controllo sulla spiaggia non sono dotati di alcun mezzo con cui potersi difendere o intervenire come spray al peperoncino o taser. Ci impegneremo per ottenere queste dotazioni per chi opera nel settore anche in forma stagionale».