Quotidiano Nazionale logo
13 mag 2022

Domani davanti al municipio ci sarà il dibattito con i familiari

"Vogliamo capire le ragioni dell’accettazione dell’ultima tranche di risarcimento pagata dalle assicurazioni"

Un’immagine delle commemorazioni del 29 giugno
Un’immagine delle commemorazioni del 29 giugno
Un’immagine delle commemorazioni del 29 giugno

Cercano un incontro. L’occasione per un confronto. Una spiegazione per comprendere l’iter, e anche il silenzio che l’ha anticipato, che ha condotto l’amministrazione ad accettare il residuo di risarcimento per il danno morale patito dopo la notte del 29 giugno a conclusione dell’accordo stipulato nel 2011, dall’allora sindaco Luca Lunardini, con le assicurazione Generali. Un percorso che, adesso, ha portato il Comune di Viareggio a ritirare la costituzione di parte civile nel processo d’Appello-bis.

Per questo i familiari delle trentadue vittime della strage domani mattina, alle 11, hanno dato appuntamento alla città, all’amministrazione, ai consiglieri di maggioranza e di opposizione, davanti al Comune. L’invito è aperto a tutti.

"Abbiamo invitato i rappresentanti del nostro Comune – interviene ’Il mondo che vorrei“ – per spiegare i motivi di questa azione, che per noi resta incomprensibile. Tuttavia, come da sempre è nelle nostre abitudini, siamo aperti ad ascoltare la ragioni “di una scelta non arbitrale...“ come scritto in un comunicato rivolto alla città. Invitiamo inoltre le associazioni, i sindacati, le scuole, e i cittadini tutti a partecipare a questo incontro per comprendere quello che è accaduto".

mdc

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?