Francesco Del Po deceduto a 48 anni
Francesco Del Po deceduto a 48 anni
Viareggio, 25 novembre 2021 - Morì per aver abbracciato, da uomo di fede, il percorso di guarigione indicatogli dal suo parroco. Curando un tumore maligno – lui che era medico – con erba cipollina. Ieri è stata condannata con rito abbreviato per truffa aggravata Anna Maria Bergamaschi, di Bergamo, a 1 anno di reclusione oltre al riconoscimento dei danni alla parte civile (la figlia del defunto dottore): fu lei assieme al fratello, padre Francesco Bergamaschi, a spingere a quel singolare percorso di ’cura’ il dottor Francesco...

Viareggio, 25 novembre 2021 - Morì per aver abbracciato, da uomo di fede, il percorso di guarigione indicatogli dal suo parroco. Curando un tumore maligno – lui che era medico – con erba cipollina. Ieri è stata condannata con rito abbreviato per truffa aggravata Anna Maria Bergamaschi, di Bergamo, a 1 anno di reclusione oltre al riconoscimento dei danni alla parte civile (la figlia del defunto dottore): fu lei assieme al fratello, padre Francesco Bergamaschi, a spingere a quel singolare percorso di ’cura’ il dottor Francesco Del Po, morto nel 2019 a 48 anni: nel dipanarsi delle udienze, nel luglio scorso è deceduto a 62 anni anche il religioso finito alla sbarra, ex parroco di Sant’Andrea. "Questa condanna è per la mia famiglia motivo di soddisfazione ed emozione – racconta Maria Antonietta Bianchi, tutelata dall’avvocato Andrea Di Giuliomaria del foro Pisa, la battagliera moglie di Del Po che portò il caso anche alla ribalta della trasmissione "Chi l’ha visto?" – anche se avrei voluto una risposta della giustizia anche in merito alla posizione di padre Bergamaschi. Lui e la sorella mi hanno progressivamente allontanato da mio marito: addirittura gli dissero che ero il diavolo e lo convinsero a bruciare il mio abito da sposa. Resta anche il dolore di non aver più salutato Francesco per l’ultima volta perchè si era isolato e chiuso in casa aspettando di guarire prima di rivedere la figlia. Spero che a nessun altro capiti una storia simile".

La truffa aggravata tra l’altro è motivata dal fatto che, contrariamente da quanto inizialmente affermato dai fratelli Bergamaschi, i bonifici effettuati dal dottor Del Po – fino a 10mila euro – non sarebbero affatto serviti per sostenere le spese di una veggente. Che, di fatto, non è mai esistita: dall’istruttoria è emerso infatti che erano stati esclusivamente i due fratelli a carpire la fiducia del medico. La storia ha inizio quando Francesco Del Po di Lido di Camaiore, in servizio nel reparto di anestesia e rianimazione dell’ospedale Apuano di Massa, frequantando assiduamente la chiesa di Sant’Andrea, si fa convincere dal frate (reggente della parrocchia fino al 2021) e dalla di lui sorella a curarsi il tumore con preghiere e frullati di erba cipollina. Passano i mesi, il quadro clinico precipita. Lui fa una serie di bonifici sia a Anna Maria Bergamaschi che su un conto del religioso appoggiato ad un istituto di credito romano. E cambia atteggiamento, diventando sempre più distante dalla famiglia e dagli amici. "Litigava con i colleghi che gli dicevano di operarsi – ha ricordato la moglie – era sicuro di poter guarire da solo “perchè qualcuno gli aveva promesso il miracolo”".

Francesca Navari