Case popolari: ecco la graduatoria. Presentate in tutto 440 domande

Pubblicata dall’Amministrazione Comunale l’elenco provvisorio degli assegnatari degli alloggi Erp. Dopo le verifiche sono 85 le richieste respinte perché carenti uno o più requisiti previsti dal bando.

Case popolari: ecco la graduatoria. Presentate in tutto 440 domande

Case popolari: ecco la graduatoria. Presentate in tutto 440 domande

In Comune sono arrivate 440 domande per una casa popolare, e in sede istruttoria ne sono state ammesse 355 (85 quelle escluse per assenza dei requisiti). E dunque quello che emerge dalla graduatoria provvisoria del bando Erp 2023 (a cui si può fare opposizione entro il 5 agosto 2024 utilizzando esclusivamente il modulo dell’Ufficio Casa) è una profonda fame di abitazioni. In una città, Viareggio, in cui il mercato degli affitti, sempre più stagionali e a canoni insostenibili per uno stipendio medio, taglia fuori la popolazione residente.

Il bando, a cui potevano partecipare sia i nuovi aspiranti ad un alloggio pubblico sia chi avevano partecipato al bando generale 2019 ed integrativo 2020, era rivolto ai residenti o a quanti svolgono attività lavorativa stabile ed esclusiva o principale nel Comune.

Tra i requisiti richiesti la cittadinanza italiana, l’assenza di condanne penali e una situazione economica tale da non consentire, nell’ambito territoriale, l’accesso alla locazione di alloggi nel libero mercato, comunque con Isee non superiore a 16.500 euro, ma anche l’assenza di attuale occupazione abusiva di alloggi Erp senza le autorizzazioni previste dalle disposizioni vigenti, o di occupazioni non autorizzate secondo quanto disposto dalla normativa in materia, nei cinque anni precedenti la presentazione della domanda.

Ai fini del punteggio in graduatoria sono stati presi in considerazione molti parametri fra cui la presenza di conviventi anziani o con disabilità, numero dei componenti del nucleo familiare, minori a carico, abitazione in alloggio avente barriere architettoniche tali da determinare grave disagio abitativo. Scaduti i termini, il 5 agosto, la graduatoria diverrà definitiva sostituirà quella precedente.