Il sindaco Alessandro del Dotto e il promoter Mimmo D’Alessandro all’apertura dell’area di Lido

Lido di Camaiore, 7 ottobre 2018 - Duello Pietrasanta-Camaiore su Bussoladomani: Massimiliano Simoni, presidente della Pro Focette, attacca il sindaco Alessandro Del Dotto sui gravi rischi degli spettacoli per la Versilia. Invece che un’opportunità, un dramma: «Chiuderemo il nostro viale a mare se non verrà attuato un piano organico per sventare caos e vandalismi». Così, a ridosso dell’uscita, si spera, delle date dei concerti, giunge questo strale a ferire il cielo folgorante dell’ex tendone.

Non sono perplessità comuni, bensì una lista nera di rischi. Un cilindro di criticità riassunte da Simoni in: assenza di destagionalizzazione a fronte di carenza di parcheggi, rumore, imbottigliamenti sui viali, rischi di vandalismi negli stabilimenti balneari e problemi di sicurezza. «Se già Villa Bertelli crea caos nel centro del Forte – afferma l’ex presidente della Versiliana, oggi alla Pro Focette – figuriamoci cosa accadrà sul vialele Kennedy con decine e decine di migliaia di persone... E i parcheggi? In quel caso, se Camaiore non deciderà un piano attuativo ad hoc con gli tutti enti competenti, chiederò di bloccare l’accesso al nostro viale a mare e chiudere ancora di più la Ztl a Focette».

Del Dotto incassa il colpo e lo restituisce: «Comprendo che la Versiliana e Villa Bertelli debbano stringere la cinghia degli spettacoli – ribatte – per mancanza di fondi, e mi dispiace. Ma Bussoladomani è un vento che non si può fermare. Le invidie non pagano. Certamente coinvolgerò tutti gli interessati nel progetto perché così è partito. Il senatore Massimo Mallegni era sempre in prima fila alle presentazioni. Finalmente qualcuno parla perché si rende conto che il progetto è realtà».

Non ultima dunque per Mallegni la presenza all’inaugurazione della statua di Giancarlo Bigazzi, ma soprattutto come sindaco al primo lancio del famoso ‘logo’. Viale a mare congestionato e troppo rumore per i turisti: altri due nodi critici. «Abbiamo sempre parlato di area versiliese – prosegue Del Dotto – Ci aspettiamo mani tese, non ostacoli di orticello. Sarà un motivo di introito per le categorie e di lustro per la Versilia. Certamente organizzeremo un tavolo di concerto con i Comuni vicini. A Viareggio, ad esempio, durante il Carnevale, diamo la disponibilità dei nostri agenti di Polizia municipale. Ci aspettiamo collaborazione ed apertura». Le date dei concerti nel parco di Bussoladomani verranno rese note a breve. Bussoladomani è di Camaiore e della Versilia. «Se gli spettacoli si terranno in luglio ed agosto – conclude però Simoni – ci sarà solo caos. Saremo a tappo: serve destagionalizzare in maggio e giugno o settembre e ottobre».

Isabella Piaceri