Il consiglio comunale di martedì scorso ha lasciato uno strascico di amarezza nel gruppo consiliare di Fratelli d’Italia, composto da Carlalberto Tofanelli e Marco Dondolini. I due consiglieri di Fdi hanno esordito leggendo un documento in cui invitavano il consiglio a lavorare su un documento comune...

Il consiglio comunale di martedì scorso ha lasciato uno strascico di amarezza nel gruppo consiliare di Fratelli d’Italia, composto da Carlalberto Tofanelli e Marco Dondolini. I due consiglieri di Fdi hanno esordito leggendo un documento in cui invitavano il consiglio a lavorare su un documento comune per il bene della città. "Purtroppo nessuno ha condiviso la nostra proposta – commentano – che andava al di là delle correnti politiche e recepiva un atteggiamento di unione d’intenti più volte caldeggiato dal presidente Mattarella".

Inoltre, Fratelli d’Italia si è vista bocciare entrambi gli atti presentati in consiglio. "All’ordine del giorno c’erano due mozioni sulla sicurezza: una presentata dalla Lega e l’altra dalla maggioranza. Abbiamo presentato un emendamento in cui si chiedeva di intervenire con priorità su un’area di Torre del Lago fortemente interessata da fenomeni legati allo spaccio, attraverso l’installazione urgente di videocamere di sorveglianza, e che ci si attivasse per stimolare le prefetture di Lucca e Pisa a intraprendere un lavoro sinergico su questa specifica zona. Ma l’emendamento non è stato accolto né dalla Lega, né dalla maggioranza. Infine – concludono Tofanelli e Dondolini – abbiamo presentato una mozione che chiedeva, come già fatto in altri Comuni, l’istituzione del garante della disabilità, una figura che ha la funzione di controllare che le leggi che tutelano i disabili siano applicate correttamente. La maggioranza però non ha aderito e dunque anche questa mozione è stata bocciata".