Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Ecco la birra alla marijuana, ma non è sballo in bottiglia

Torre del Lago: la novità 

Ultimo aggiornamento il 3 settembre 2018 alle 07:48
Giacomo Carmazzi tra le piante di cannabis legale coltivate in azienda

Torre del lago, 2 settembre 2018 - Qui dove si coltivavano piante e verdure, adesso fiorisce la marijuana. Sono tante le aziende di Viareggio, Torre del Lago e dell’entroterra che hanno avviato la coltura della canapa con infiorescenze con il Thc, il principio attivo, che non supera i limiti di legge. Ci si produce un po’ di tutto: dalle piantine agli olii, dai cosmetici all’abbigliamento e addirittura la birra e un liquore. Il settore, come dimostrano le aperture di tanti negozi specializzati in città, tira e tra le serre non è difficile imbattersi nelle foglie mitizzate dal rock e nelle T-shirt, che stanno trasformando la Versilia in una piccola Cannabis Valley.

A Torre del Lago, all’azienda Carmazzi, nota per il peperoncino e i fiori commestibili, è stata avviata la produzione in collaborazione con l’Università di Pisa. «Lavoriamo una pianta che è sotto lo 0,2 di Thc – spiega Giacomo Carmazzi – con la consulenza del tecnologo Matteo Iannone, che si occupa della trasformazione alimentare. Assieme al laboratorio “Vapori di birra” abbiamo creato la birra alla canapa e con il “Liquorificio Taccola” di Pisa il digestivo, il cui profumo ricorda quello della pianta.

L’obiettivo è portare la cultura della canapa, in chiave moderna, nel settore alimentare soprattutto il beverage». La birra è in bottiglie da 33 cl, ha 5 gradi alcolici ed è vendita da Carmazzi a 5 euro. Il liquore, 28 gradi, è in fase di lancio. Entrambi i prodotti sono stati presentati al Lumière di e al Peperoncino Day. Altre aziende dell’entroterra stanno coltivando la marijuana per venderne le infiorescenze, e diversi grossisti commercializzano le piantine in vaso. In città fioriscono i negozi specializzati: il primo è stato Cannabis 4.20 in via Rosmini, poi ne hanno aperti diversi, tra cui i fornitissimi Mondo Canapa di via San Martino e Cannabis Store Amsterdam di via Battisti, che il sabato è aperto fino alle 23. Si possono trovare alimenti (dal caffè alla pasta fino ai biscotti), oli, farine, creme, pasticche, cosmetici, abbigliamento, borse e idee regalo. C’è anche chi offre la consegna a domicilio come il tabacchi Smo-king di Bozzano, e in via Regia c’è il distributore automatico 24 ore su 24. A breve aprirà in via Marco Polo il “Green Day”, dal produttore (della Migliarina) direttamente al consumatore.

Dario Pecchia

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.