Assemblea di Sea rinviata. Miracolo ha beffato Fortini

Duro confronto tra RetiAmbiente e Del Ghingaro al Comitato dei sindaci a Pisa. La fusione societaria con Ersu sarà presentata al summit dei Comuni versiliesi.

Assemblea di Sea rinviata. Miracolo ha beffato Fortini

Assemblea di Sea rinviata. Miracolo ha beffato Fortini

Il consulente del Tribunale ha depositato la perizia sul contenzioso da 1,8 milioni tra Sea Ambiente e Camaiore. Sembra che sia piuttosto favorevole a quel Comune. Dice il sindaco Marcello Pierucci: "I principi in base a cui dicevamo che le richieste di Sea erano eccessive sono stati confermati dalla relazione. Sea non ha rispettato le percentuali di raccolta differenziata del contratto. L’atto va studiato a fondo, ma direi che la nostra posizione sulle inadempienze appare fondata, anche se non so per quale cifra. Il contenzioso su presunti danni per 4 milioni è un’altra cosa".

Ieri è stata una giornata campale per l’affaire rifiuti. Il presidebnte di Sea Ambiente Fabrizio Miracolo ha rinviato al 6 novembre l’assemblea societaria in cui RetiAmbiente lo avrebbe revocato per la mancata accettazione della transazione con Camaiore. "Ho rinviato perché il sindaco Giorgio Del Ghingaro e il presidente di RetiAmbiente Daniele Fortini erano alla riunione del Comitato unitario", ha detto. Fortini aveva delegato il vicepresidente Maurizio Gatti che in sede non ha trovato nessuno: RetiAmbiente sta valutando come reagire. In quelle ore Fortini e Del Ghingaro si sono visti a Pisa al Comitato unitario per il controllo analogo di RetiAmbiente: all’ordine del giorno c’era la prosecuzione del dibattito sulla fusione di Ersu e Sea Ambiente, presieduto dal sindaco di Podenzana Marco Pinelli con la partecipazione di Marcello Pierucci online. Erano rappresentati 12 Comuni col 58% del capitale sociale di RetiAmbiente, quindi la seduta ha avuto il numero legale: ma non ha preso decisioni definitive.

Fortini ha relazionato lo stato dell’arte: oltre che per i riflessi del contenzioso Sea-Camaiore, l’iter è stato rallentato dalla recente modifica del Decreto Madìa. A quel punto ha preso la parola Del Ghingaro esponendo il dissenso della sua amministrazione in merito alla transazione sui debiti camaioresi sponsorizzata da RetiAmbiente. Il sindaco ha anche confermato la fiducia all’avvocato Miracolo e chiesto approfondimenti sul controllo analogo di RetiAmbiente, oggetto di ricorsi e esposti annunciati se la revoca del presidente Sea diventasse esecutiva. Prossimamente la fusione Sea-Ersu sarà presentata al comitato ristretto di tutti i Comuni versiliesi.

b.n.