Stefano Bandecchi è una furia e attende risposte immediate dal campo. Lo stato d’animo del Presidente-Patron rossoverde si intuisce facilmente non soltando da voci e indiscrezioni che avrebbero iniziato a circolare fin da sabato sera al termine di Ternana-Juventus U23, ma anche da alcuni chiari e esplicativi post che (come sempre senza celarsi dietro parole di circostanza o eufemismi) ha pubblicato sul proprio profilo Instagram in risposta a esternazioni e domande formulate da tifosi. Bandecchi non le manda a dire e questo vale ovviamente anche per squadra e...

Stefano Bandecchi è una furia e attende risposte immediate dal campo. Lo stato d’animo del Presidente-Patron rossoverde si intuisce facilmente non soltando da voci e indiscrezioni che avrebbero iniziato a circolare fin da sabato sera al termine di Ternana-Juventus U23, ma anche da alcuni chiari e esplicativi post che (come sempre senza celarsi dietro parole di circostanza o eufemismi) ha pubblicato sul proprio profilo Instagram in risposta a esternazioni e domande formulate da tifosi. Bandecchi non le manda a dire e questo vale ovviamente anche per squadra e staff. Se ne può dedurre che Ternana-Avellino ha tutte le caratteristiche di un fondamentale crocevia. E sempre in base a quanto esternato dal Presidente rossoverde, anche in caso di auspicabile passaggio del turno contro gli irpini è molto probabile che tutti resteranno sotto esame anche per il proseguio. In sostanza, dal cammino immediato della squadra potrebbero dipendere tante cose, programmazione per la prossima stagione inclusa. Del resto, anche nei giorni precedenti alla finale di Coppa Italia, Bandecchi ha sempre affermato senza mezzi termini, seppure sorridendo, che il trofeo di categoria, seppure importante e mai conquistato dalla Ternana, era da considerare obiettivo del tutto secondario rispetto a quanto è in palio nei playoff. Ma dalle sue parole si era al tempo stesso dedotto che era ottimista in merito alla sfida del "Manuzzi" e che confidava in ogni caso in una bella prova da parte della squadra. Crediamo dunque che, oltre alla sconfitta e ai consueti errori, non gli sia andato giù il modo cui la medesima si è concretizzata, ovvero dopo l’immediato vantaggio iniziale che (almeno in teoria e postumi del lungo stop permettendo) avrebbe dovuto essere gestito in modo migliore da un team dotato di appurata esperienza contro un’avversaria composta essenzialmente da giovani seppure di indubbio talento.

Notiziario. La squadra di Fabio Gallo svolgerà alla luce dei rilfettori l’odierna seduta di rifinitura, in linea con l’orario d’inizio della sfida di domani con l’Avellino (ore 20.30). Gallo parlerà in videoconferenza prima dell’allenamento. Resta in dubbio il difensore Suagher. Ricordiamo che non sarà disponibile il centrocampista Palumbo, squalificato. Per la cabina di regia sono dunque in lizza Paghera (favorito) e Salzano. In mediana dovremmo vedere almeno uno tra Damian e Defendi (per lui e Palumbo un turno di squalifica in Coppa Italia in seguito ai cartellini di sabato scorso). Ballottaggi anche in difesa e attacco.

Arbitro. E’ stato designato Francesco Meraviglia di Pistoia. Nel suo curriculum ci sono Catanzaro-Ternana 1-3, Bari-Ternana 2-0, Reggina-Ternana 2-0 (tutte dell’attuale stagione) e Ternana-Feralpisalò 1-1 del 20182019.

Gli assistenti saranno Gabriele Nuzzi di Valdarno, Dario Garzelli di Livorno, il quarto uomo Marco Monaldi di Macerata.