Quotidiano Nazionale logo
5 mag 2022

Sir Perugia, nulla da fare Civitanova vince ancora

Block Devils ko in gara2 della finale scudetto. Ora servirà l’impresa al PalaBarton

alberto aglietti
Sport

LUBE CIVITANOVA

3

SIR SAFETY PERUGIA

0

(25-21, 29-27, 25-22)

CIVITANOVA MARCHE: Simon 16, Yant 12, Santos de Souza 12, Anzani 7, Zaytsev 6, De Cecco, Balaso (L1), Garcia Fernandez 3, Kovar, Juantorena. N.E. – Diamantini, Jeroncic, Sottile, Marchisio (L2). All. Gianlorenzo Blengini.

PERUGIA: Rychlicki 17, Leòn 12, Anderson 10, Solé 4, Giannelli 3, Ricci 1, Colaci (L1), Mengozzi 3, Ter Horst, Plotnytskyi, Travica, Piccinelli (L2). N.E. – Dardzans, Russo. All. Nikola Grbic.

Arbitri: Mauro Goitre (TO) ed Armando Simbari (BR).

LUBE (b.s. 12, v. 7, muri 5, errori 7). SIR (b.s. 17, v. 2, muri 6, errori 6).

di Alberto Aglietti

Manca il riscatto la Sir Safety Conad Perugia che non riesce proprio a ritrovare l’antico smalto, fatica terribilmente a farsi valere in attacco, e finisce sbranata anche in trasferta. I block-devils vanno al tappeto contro una Cucine Lube Civitanova che arriva più pronta agli appuntamenti che contano. Gli umbri sono sembrati a tratti in soggezione dinanzi ad una squadra quadrata e capace di imprimere accelerazioni spaventose, specie con Yant, il giovane schiacciatore dei cucinieri ha reso tutto incredibilmente più facile. Adesso Grbic sa benissimo che i suoi dovranno tirare fuori dal cilindro una grande prestazione in gara-tre, domenica ancora a Pian di Massiano, perché hanno le spalle al muro. Parte bene Perugia spingendo subito a muro e allungando sul 6-8. Yant sale in cattedra (chiuderà il parziale con sette palle a terra ed un incredibile 100% di rendimento in attacco), i suoi fendenti recuperano lo svantaggio e rovesciano 21-17. Entra Ter Horst ma Perugia vivacchia e i padroni di casa ne approfittano per concludere senza patemi d’animo, mentre dall’altra parte della rete ci si chiede il perché di un finale così spento.

In avvio di seconda frazione è Zaytsev a rompere l’equilibrio (3-1), ma poi i muri umbri fanno cambiare marcia agli ospiti che proseguono nella fantastica progressione invertendo il punteggio (10-14). A rimettere in asse è Santos de Souza e poi si procede spalla a spalla fino ai vantaggi. Nella mischia entrano in tanti ma a risolvere è Yant che rincara la dose. Un set questo, capace di regalare una grandissima pallavolo ai quattromila spettatori presenti sugli spalti (di cui duecento perugini).

Nel terzo frangente i block-devils partono male e devono inseguire, Simon e Santos de Souza incidono (18-14). Soltanto Anderson mostra i muscoli ma il recupero è impossibile (23-19). Simon chiude il match. Due a zero nella serie.

Domenica prossima, nuovamente a Perugia, si disputa la terza partita: la prima delle tre consecutive che la Sir dovrà fare propria per evitare la disfatta.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?