Quotidiano Nazionale logo
3 mag 2022

Calcio serie D, il Foligno beffato al "Blasone" Pareggio immeritato, il Badesse fa 3-3 nel finale

FOLIGNO – La maledizione del Blasone e la complicità del fischietto friulano hanno negato al Foligno una vittoria che nonostante le tante defezioni e la superba prestazione offerta contro il Lornano Badesse avrebbe ampiamente meritato. Decisioni arbitrali che il Foligno continua a pagare a caro prezzo a causa due gol annullati, entrambi a Bevilacqua, il primo con la ProLivorno, il secondo ieri l’altro quando il Foligno già in vantaggio 3-2 avrebbe potuto chiudere la partita. Gol del 3-3 finale siglato da Lucatti in netta posizione di fuorigioco a 10 secondi dai 7 minuti di recupero convalidato dall’arbitro che ha subito fischiato la fine evitando di rimettere la palla in gioco. Episodi sfavorevoli, rimpianti e recriminazioni giustificati nel dopo partita perché con tre punti in più il Foligno a 180 minuti dalla conclusione avrebbe occupato una posizione di classifica al di fuori della zona play out. Peccato perché gli uomini di Tizzoni dopo Cannara, con il Lornano sono riusciti a ripetere una prestazione corale di grosso spessore con il portiere De Oliveira, Valentini ( artefice di una doppietta in gol da 4 turni consecutivi, otto gol stagionali) e il capitano Settimi che dopo il gol con il Cannara ha firmato il gol del momentaneo 2-2 per il 3° sigillo stagionale. Pareggio, 3-3 che, inutile dirlo rappresenta una grossa beffa che lascia il Foligno in zona play out. Beffa destinata a riservare ulteriori sorprese, causa le decisioni del giudice sportivo che oltre a Savarise espulso nel concitato finale sarà appiedato insieme a Tetteh e Settimi. Squalifiche destinate a decimare l’undici di Tizzoni che con Vespa e Ciganda e Rossi infortunati per il derby con il Trestina sarà obbligato a gettare nella mischia due- tre baby della Berretti.

C.Lu.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?