Terni, 24 luglio 2018 - Ancora un oro per l'Italia ai mondiali di scherma in Cina. Il ternano Alessio Foconi ha riportato infatti il fioretto maschile sul gradino più alto del podio battendo in finale 15-8 il britannico Richard Kruse. È la quarta medaglia per l'Italia in questi mondiali. In finale Foconi ha superato il britannico Richard Kruse 15 stoccate a otto. Il fiorettista dell'Aeronautica Militare, classe 1989, con questo successo ha conquistato anche la Coppa del mondo di specialità.

Il ternano, numero uno del tabellone e due del ranking mondiale, era giunto in finale superando in semifinale l'ostico sudcoreano Jun Heo per 15-12, dando continuità al successo ottenuto ai quarti contro il francese Enzo Lefort col punteggio di 15-8, che gli ha dato la certezza di salire sul podio. Il neo campione del Mondo aveva iniziato la sua giornata superando per 15-11 il tedesco Peter Joppich 15-11.

In sequenza ha poi vinto per 15-1 con il polacco Siess e poi, per 15-12, con il canadese Maximilien Van Haaster. "Sono stato bravo mentalmente, mi ha ispirato l'impresa di Garozzo a Rio", dichiara il neo iridato.

«L'Umbria, attraverso i suoi straordinari atleti, raggiunge ancora una volta il tetto del mondo. Siamo orgogliosi di Alessio Foconi»: così la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, ha commentato il titolo mondiale conquistato dall'atleta ternano nella specialità del fioretto ai mondiali cinesi di scherma in svolgimento a Wuxi.

«È un risultato storico quello di Foconi - ha sottolineato Marini - che fa seguito alla medaglia d'oro a squadre conquistata lo scorso anno a Lipsia. Voglio naturalmente congratularmi con Alessio, con la Federazione italiana della scherma e con l'Aeronautica militare, per questa impresa che rende felice la città di Terni e l'intera Umbria».