Tasse non pagate, c’è uno spiraglio. Via le “ganasce“ con la prima rata

Il pagamento sospende il fermo amministrativo. ’Apertura’ del Comune che annuncia un nuovo regolamento

Tasse non pagate, c’è uno spiraglio. Via le “ganasce“ con la prima rata

Tasse non pagate, c’è uno spiraglio. Via le “ganasce“ con la prima rata

"L’amministrazione comunale ha dato disposizioni ai concessionari della riscossione di procedere alla sospensione del fermo amministrativo su richiesta di rateizzazione del contribuente con contestuale pagamento della prima rata". E’ quanto comunica Palazzo Spada, con il Comune che viene incontro alle richieste dei cittadini morosi, alle prese con le “ganasce” alle auto per non aver onorato i versamenti delle tasse.

Un’apertura, insomma, rispetto alla situazione d’emergenza che era stata denunciata nei giorni con l’arrivo di una valanga di avvisi. Comunque il Comune precisa che "in caso di mancato pagamento della successiva rata e a seguito di ulteriore sollecito, il concessionario procederà alla nuova iscrizione del fermo amministrativo".

"Purtroppo - tengono a precisare da Palazzo Spada - è da evidenziare che le amministrazioni passate non hanno disciplinato questa possibilità e pertanto sarà cura degli uffici comunali quanto prima sottoporre al Consiglio una proposta di regolamento al fine di consentire al contribuente che ne abbia necessità, ricorrendone determinati requisiti, di accedere alla reatizzazione. L’amministrazione comunale chiede ai contribuenti interessati di comunicare l’istanza anche per conoscenza al Comune che potrà così verificare che la stessa venga al più presto esaminata dal concessionario".

La questione era stata sollevata nei giorni scorsi dal capogruppo del Pd in Consiglio comunale, Francesco Filipponi che così commenta la decisione dell’amministrazione: “Sono estremamente soddisfatto della risposta del Comune, al mio allarme lanciato sulla gestione dei fermi amministrativi, ed anche dell’accettazione della mia proposta di sospensione in seguito,alla richiesta di rateizzazione ed al pagamento della prima rata relativa a pendenze pregresse".

"E’ infatti positivo - continua il consigliere d’opposizione – che il Comune abbia già dato disposizioni ai concessionari della riscossione di procedere alla sospensione, su richiesta di rateizzazione del contribuente con contestuale pagamento della prima rata. Siamo assolutamente disponibili a discutere ed analizzare quanto prima il nuovo regolamento annunciato per affrontare questi casi, prima non regolamentati".