Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
6 lug 2022

Tagli alle corse degli autobus Forti disagi nelle aree montane

Manuela Romagna: "Problemi per chi usa i mezzi pubblici per lavoro ma anche per le persone anziane"

6 lug 2022

FOLIGNO – Proteste per i tagli estivi alle corse del trasporto pubblico locale che collegano i centri della montagna folignate alla città. Rimbalza sui social la testimonianza di Manuela Romagna: "E’ davvero vergognoso – scrive - a causa dei tagli della Regione hanno eliminato diversi trasposti con l’autobus che collegano Foligno con la montagna. Mi riferisco in particolare agli autobus che collegano la zona di Sellano, Casenove, Scopoli con Foligno. Ci sono persone, anche se poche, che usufruiscono di questo servizio necessario per gli anziani che non possono guidare e persone che lo usano per lavoro. Non pensate che sia un atto veramente discriminatorio? Anche noi paghiamo le tasse". I tagli hanno riguardato le corse dopo le 13.30 per il ritorno da Foligno alla montagna, rendendo impossibile il ritorno a tutte quelle persone scese in città la mattina. La consigliera comunale Pd Rita Barbetti annuncia una interrogazione. "Nessuna decisione comunale – spiega il vicesindaco Riccardo Meloni, con delega ai Trasporti – noi stiamo pensando di incrementare il servizio navette per le località turistiche". La decisione infatti è regionale. L’esecutivo di Palazzo Donini ha previsto un taglio sul tpl di 2,8 milioni di euro e il pacchetto di riduzione estiva porterà già un risparmio di quasi due milioni. Un’altra sforbiciata ci sarà con l’autunno. Il documento della sforbiciata, per i servizi urbani di committenza del Comune di Foligno, sulla linea Foligno – Colfiorito - Annifo parla di tre corse con validità non scolastica estiva che, con l’occasione, diventano due. Il taglio porterà ad una riduzione della percorrenza di 4mila chilometri. Sul tema dei tagli, i sindacati insorgono e sono in stato di agitazione, in attesa della convocazione del tavolo prefettizio. All’ordine del giorno le ricadute occupazionali ma anche sociali di queste decisioni, nella più profonda incertezza nei confronti della gara che ci sarà nel 2023.

Alessandro Orfei

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?