Sanità, le liste di attesa. La mammografia ‘recupera’

Giornata internazionale contro il cancro al seno, cosa fa l’Umbria. Tempi quasi rispettati per le urgenze, ancora ritardi sulle ‘programmate’.

Sanità, le liste di attesa. La mammografia ‘recupera’

Sanità, le liste di attesa. La mammografia ‘recupera’

I tempi per le urgenze di una mammografia vengono rispettati nel 90 per cento dei casi, mentre per quelle programmate c’è ancora molto lavoro da fare. I dati dell’Umbria testimoniano come ci sia stato un recupero rispetto al 2019, anche se ancora ci sono margini importanti. Ieri, infatti, si è celebrata la ‘Giornata internazionale contro il cancro al seno’, istituita dall’Oms con l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione sulla malattia, e promuovere l’accesso a diagnosi, controlli e cure tempestive ed efficaci.

E nella nostra Regione, questo volta va detto, la risposta è importante. A cominciare dalle liste di attesa. Le richieste per una mammografia a 3, 10 e 60 giorni, nel 2022 hanno rispettato i tempi in nove casi su dieci. Diverso il discorso per quelle programmate in classe P: la risposta del sistema sanitario dovrebbe arrivare entro 120 giorni, ma la media lo scorso anno è stata di 155 giorni, un mese in più, e il rispetto dei tempi è avvenuto solo in quattro casi su dieci.

Va detto che i tempi rispetto al 2019 sono stati dimezzati, dato che quattro anni fa erano di 300 giorni. I dati più recenti (11-17 settembre) dicono che l’urgenza a 10 giorni viene rispettata nel 96% delle richieste (la media è di 9 giorni), per una D a 60 giorni nel 61% dei casi, mentre la programmata recupera da terreno, con attesa media di 117 giorni e un rispetto dei tempi del 61%.

Resta invece molto buona la risposta sugli screening programmati: l’Umbria è infatti tra le primissime regioni in Italia. La mammografia effettuata ad intervalli regolari, nelle fasce di età a maggior rischio, è il mezzo più efficace per individuare precocemente questo tipo di tumore aumentando in questo modo la possibilità di guarigione.

Una mammografia ogni 2 anni a partire dai 50 anni riduce di circa il 25-30% la probabilità di morire per tumore al seno nei successivi 10 anni. In Umbria lo screening mammografico offre a tutte le donne tra i 50 e i 74 anni residenti in regione una mammografia gratuita (senza impegnativa) ogni 2 anni.

Le donne di questa fascia di età ricevono periodicamente una lettera d’invito con l’appuntamento per l’esecuzione dell’esame di screening, mentre tra 40 e 49 anni deve essere il paziente a presentare richiesta per essere poi inserito nel programma di prevenzione.